19/06/2021

ROVIGO

96enne derubata in casa da due delinquenti

Due sedicenti tecnici dell'acquedotto sono entrati in casa di una 96enne che li aveva appena allontanati, facendo piazza pulita

96enne derubata in casa da due delinquenti

ROVIGO - Questa volta, i finti tecnici dell'acquedotto, che assediano i nostri anziani, per derubarli, non si sono fatti mettere in fuga tanto facilmente. Scacciati una prima volta dall'anziana di 96 anni, residente in campagna a Sarzano, piuttosto distante dal centro della frazione, hanno atteso che andasse in giardino, poi sono tornati in casa, gliela hanno sfasciata, devastando tutto in neppure un minuto, rubandole tutti i risparmi e i pochi ori che teneva nell'abitazione.

Tutto è cominciato, secondo le prime ricostruzioni, venerdì 7 febbraio, quando alla porta della donna hanno suonato due persone, con le pettorine gialle fosforescenti con le quali speravano di farsi passare da tecnici dell'acquedotto. Hanno parlato della necessità di accedere all'abitazione, per eseguire controlli. Pretese che, in realtà, dai veri dipendenti di Acquevenete, non vengono mai avanzate. L'anziana lo sa e li ha allontanati. Questa volta, però, i malviventi hanno deciso di non mollare il colpo, puntando sul fatto che la signora, gracile e anziana, poteva essere comunque raggirata.

I due a quel punto sono entrati in casa e l’hanno letteralmente, devastata. Hanno disrutto i mobili, gettato tutto ovunque, provocato danni ingenti, per cercare il nascondiglio di gioielli e contanti il prima possibile. L'anziana ha capito che stava accadendo qualcosa ed è rientrata. Ha sorpreso i due ladri, li ha apostrofati: "Chi siete? Via da casa mia!", ha gridato. La situazione era al massimo livello di rischio possibile. Bastava un nulla per farla scivolare nel dramma. Per fortuna, i ladri, invece di divenire violenti, hanno tentato un ultimo trucco: "Siamo carabinieri - hanno incalzato - siamo arrivati perché c'era un furto in corso". Poi se ne sono andati.

Evidente, anche alla luce di precedenti segnalazioni, in questi giorni, della presenza di una banda di malviventi specializzati in furti con raggiro ai danni di anziani. Il consiglio è sempre quello di verificare sempre l'identità delle persone che suonano alla nostra porta, di non fidarsi, alla richiesta di entrare nell'abitazione, che non viene avanzata dai veri tecnici e, al minimo sospetto, chiamare le forze dell'ordine, che ben sanno come trattare situazioni del genere.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette