27/05/2020

ULSS 5 POLESANA

In Polesine tavolo straordinario per il Coronavirus

Oggi la prima riunione tra il direttore generale Compostella e i sindaci polesani

ROVIGO - Nel pomeriggio primo tavolo di confronto tra l'azienda sanitaria polesana, Ulss5, e i sindaci del Polesine per quanto riguarda il Coronavirus. Accogliendo le indicazioni di Regione Veneto e del Ministero della Salute, quindi, oggi la direzione strategica dell’Azienda Ulss 5 polesana ha illustrato alla Conferenza dei Sindaci le precauzioni primarie , insieme a materiale divulgativo per ogni comune, da conoscere nel caso di situazioni in cui possa esserci il timore di contagio da coronavirus.

"Nessun allarmismo o caso nel nostro territorio” ha detto il direttore generale Compostella. La riunione aveva una valenza preventiva ed è stata convocata per diffondere un corretto modus operandi in caso si verifichino i primi casi. “In questi casi è necessario fare rete e condividere tra le diverse istituzioni in modo da poter fare fronte comune”.

L'Ulss 5 polesana ha già predisposto tutte le misure necessarie per rispondere, nell’eventualità che si verifichino, i primi casi anche qui in Polesine. Nel frattempo sono stati diffusi dal Ministero della salute dei poster, in tre diverse lingue, italiano, inglese e cinese, con le indicazioni di buone pratiche da mettere in atto in caso nasca il sospetto di contagio da Coronavirus.

La prima indicazione è il numero di riferimento nazionale 1500, gratuito e che afferisce al Ministero della Salute.

La cabina di regia aziendale che coinvolgerà gli ospedali, i distretti, i medici  di medicina generale e  le Unità di Pronto Soccorso è stata approntata secondo le indicazioni ministeriali e regionali definendo i protocolli e le azioni da seguire nei vari casi, illustrati oggi ai sindaci e delle quali è stata data informazione anche alle scuole.  Le prime indicazioni sono soprattutto per  i viaggiatori di ritorno da aree a rischio della Cina.

Queste persone, se nelle due settimane successive al ritorno avessero sintomi respiratori ( febbre, tosse secca, mal di gola, difficoltà respiratorie) possono contattare  il numero verde 1500, il proprio medico di medicina generale o il 118 e partiranno le azioni di controllo.

Ulteriori raccomandazioni, informazioni e aggiornamenti sul portale del Ministero della Salute:  www.salute.gov.it.

Si tratta di una situazione che, attualmente, non vede casi sospetti in Polesine - spiega Il Direttore Generale  Antonio Compostella – Tuttavia stiamo seguendo una linea di precauzione che ci ha portato a organizzare tutto ciò che  serve per fronteggiare eventuali casi di malattia e tutte le attività  di prevenzione conseguenti. La collaborazione con sindaci e scuole è in questa fase molto importante e l’ulss è a piena disposizione”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette