15/08/2020

OCCHIOBELLO

Novanta giorni di speranza per salvare l'outlet

A sei mesi dalla cessione, i canadesi non avrebbero ancora versato il pagamento.

Outlet: un affare mai saldato

Sei mesi dopo, ancora tutto fermo. E un terribile sospetto: che la famosa cordata canadese, che mercoledì 31 luglio scorso ha rilevato dell’outlet dai precedenti proprietari, non abbia ancora versato quanto concordato per l’acquisto della struttura. Un affare che - secondo i rumors - Società Costruzioni Generali Italia srl e Occhiobello Outlet Village srl hanno chiuso a 600mila euro, con l’impegno da parte degli acquirenti, i nordamericani della Dawn Asset Global Limited Ltd, di accollarsi pure i debiti pregressi.

“Da quello che ne so, c’è stata recentemente una importante iniezione di liquidità e a breve partiranno i pagamenti a fornitori e creditori”, dice il sindaco di Occhiobello Sondra Coizzi. Ma è chiaro che il Comune può entrare fino ad un certo punto in quello che è, in tutto e per tutto, un affare tra privati.

Intanto, il tempo passa: sono già passati sei mesi dal cambio di proprietà. Allora si era detto che l’outlet sarebbe stato rilanciato, con l’apertura di nuovi negozi, entro Natale. Ma niente di tutto questo è accaduto. E allora, restano appena novanta giorni per salvare definitivamente l’outlet di Occhiobello. Prima che si trasformi, per davvero, da villaggio commerciale in città fantasma.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette