05/06/2020

PORTO VIRO

Cacciano fuori orario, beccate due doppiette

Due cacciatori sparavano fuori dall'orario consentito in località Vallona. E uno aveva un fucile modificato

Cacciano fuori orario, beccate due doppiette

PORTO VIRO - Stavano cacciando in Vallona fuori dall'orario consentito, e per giunta uno dei due cacciatori aveva il fucile modificato: stangati dalle forze dell'ordine. Nell’ambito dei controlli contro il bracconaggio in Polesine, ma soprattutto nel Delta del Po, ieri mattina sono stati fermati due cacciatori che stavano esercitando fuori dall’orario consentito, in località Vallona di Porto Viro. Uno dei due, inoltre, aveva un fucile modificato che, al posto dei canonici tre colpi, ne poteva sparare cinque consecutivamente. I due sono stati denunciati all’autorità giudiziaria.

Purtroppo non sono i primi a essere stati sanzionati quest’anno. Nell’ambito dell’operazione “Delta 2020” che ha coinvolto i Carabinieri Forestali dei gruppi di Rovigo e Venezia, infatti, con il supporto del Soarda di Roma, finalizzata al contrasto del bracconaggio nel Delta del Po e nella laguna veneta, tra le Provincie di Rovigo, Padova e Venezia, i militari hanno sorpreso e denunciato 7 cacciatori. Secondo le contestazioni, esercitavano attività venatoria con ausilio di potenti richiami elettronici vietati, tre dei quali avevano anche armi modificate in modo da contenere più di tre colpi.

In particolare tre cacciatori erano stati sorpresi all’interno di un capanno sito in un noto scanno del Comune di Porto Tolle, dove sono stati osservati dai militari mentre utilizzavano ripetutamente richiami elettronici potentissimi e con fucili modificati per esplodere più dei tre colpi, quantitativo superiore a quello consentito dalla vigente normativa.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette