09/07/2020

TAGLIO DI PO

"La memoria è un valore che va preservato e custodito"

Due gli appuntamenti in occasione della ricorrenza del 27 gennaio

TAGLIO DI PO - In occasione della Giornata della Memoria il Comune di Taglio di Po – Assessorato alla Cultura – ha organizzato due momenti significativi, uno rivolto a tutta la cittadinanza in programma per martedì 28 gennaio alle ore 21 presso la sala consiliare del municipio e l’altro rivolto agli studenti dell’Istituto Comprensivo di Taglio di Po in programma per il giorno 01 febbraio, al mattino, presso l’Istituto Comprensivo e che vedrà coinvolte le classi terze della scuola secondaria di primo grado.

“La memoria – afferma l’assessore alla cultura Veronica Pasetto – è un valore che va preservato e custodito, non solo per ricordare chi ha subito quella immane tragedia, un’ondata di violenza che dalle leggi razziali ha portato allo sterminio di milioni di esseri umani, gente come noi, ma è un favore che dobbiamo e facciamo a noi stessi per ricordarci e permetterci di stare lontani dalla tanta violenza e crudeltà degli uomini. È quindi un esercizio di grande attualità, confermato dai fatti di cronaca di oggi, che non possiamo confinare semplicemente come ciò che è stato”.

L’appuntamento con la cittadinanza è con il prof. Antonio Giolo di Adria, laureato in filosofia all’Università di Padova, già docente e dirigente scolastico in diversi istituti scolastici, autore di diverse pubblicazioni e dal 2009 Presidente della Fondazione scolastica “Carlo Bocchi” di Adria, coordinatore del centro di ricerca e documentazione del Delta. La relazione del Prof. Giolo in particolare si concentrerà sull’analisi delle cause che hanno portato alla shoah; sarà intervallata dalla proiezione di video e letture sul tema.

La scrittrice Silvia del Francia incontrerà invece a scuola gli studenti per una riflessione sul tema della shoah, avvalendosi in particolare della presentazione del suo libro “L’eroe invisibile”, incentrato sulla figura di Giorgio Perlasca.

Sono convinta fermamente che la nostra responsabilità, come adulti – prosegue l’assessore Pasetto - sia quella di promuovere la conoscenza tra i giovani della storia e trasmettere loro il valore del ricordare, trovando nuovi modi, più appropriati ed efficaci per far giungere il messaggio. Per questo motivo anche quest’anno, come già negli anni precedenti, si è pensato ad un momento di riflessione con gli studenti all’interno della scuola. Proposta che è stata ben accolta dal Dirigente Scolastico prof.ssa Antonella Flori e dagli insegnanti”.

 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette