05/08/2020

CONCADIRAME

Provano a entrare in casa di un'anziana ma la vittima non è sola

Messe in fuga due malviventi nella mattinata di ieri

truffe-anziana.jpg

ROVIGO - Sono entrate in casa di una anziana, spacciandosi come emissarie e funzionarie di qualche ente, spiegando che avevano una carta da fare firmare. Una scusa che spesso viene utilizzata da quanti cercano di derubare, o comunque raggirare, i nostri anziani. Le due donne, secondo questa ricostruzione, hanno agito in questa maniera, nella mattinata di ieri, a Concadirame, frazione del Comune di Rovigo.

Sono uscite, secondo le prime testimonianze, da una vettura di colore nero, probabilmente una Golf, o un modello simile, a bordo della quale è rimasto un uomo ad attenderle. Anche questo è uno schema che si ripete con una certa costanza nel caso di raggiri ai danni di anziani: il complice che resta a bordo ha infatti il compito di garantire, in caso di problemi, una celere fuga.

E' stato proprio quello che è accaduto a Concadirame, dove, in effetti, all'interno dell'abitazione, non c'era solo l'anziana, ma varie persone, amici e conoscenti. Le due donne, quindi, se ne sono andate di corsa. Resta sempre valido l'invito che le forze dell'ordine ribadiscono in queste occasioni: verificare sempre chi suona alla nostra porta e, nei casi di dubbio, chiamare immediatamente il 112.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette