31/03/2020

SANITA'

Suem polesano, un punto di riferimento per la popolazione

107mila le chiamate al 118 nell'anno appena trascorso. Tra queste, ben 76 fatte "per scherzo"

ROVIGO - Il Suem, servizio urgenza emergenza, si conferma un servizio nevralgico per il territorio. A dirlo, il direttore generale Antonio Compostella tracciando il bilancio generale per l'anno 2019. Il Suem 118 è la centrale operativa, con sede a Rovigo per la nostra provincia, e che governa tutto il settore dell'urgenza emergenza nella provincia. "È uno dei cuori pulsati dell'azienda sanitaria" ha detto Compostella.

Per quanto riguarda i dati il 2019 ha visto 107mila chiamate ricevute dal centralino, tra le quali anche 76 fatte per scherzo. Di queste, 30mila circa sono chiamate che hanno poi richiesto l'intervento della guardia medica, mentre 21mila circa sono state le uscite dell'ambulanza per recarsi sul luogo dell'intervento.

"Sono dati importanti che raccontano molto del personale che lavora in questo ambito. C'è un team che lavora davvero bene, la qualità dei risultati, al di là del numero delle chiamate, è molto alta. È un gruppo che viene, dal punto di vista dell’organizzazione, ben guidato e lavora in perfetta efficienza".

Inevitabile, poi, parlare di smog data la sequela negativa di sforamenti degli ultimi giorni (LEGGI QUI). "Non ci sono stati ricoveri legati direttamente al problema dello smog e delle sue conseguenze a livello di vie aeree, questo no. Certamente la situazione, che si sovrappone anche al periodo influenzale, determina un peggioramento di situazioni quali sono quelle febbrili nell'anziano o tracheiti o interessamento delle prime vie aeree, va detto che la condizione metereologica le peggiora".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette