11/07/2020

IL CASO

Gara di solidarietà per la piccola rimasta senza famiglia

La mamma, Samira, non c'è più. Di lei non si hanno notizie dal 21 ottobre. E anche il padre ha fatto perdere le proprie tracce

Un paese intero si mobilita per la bimba rimasta senza genitori

Samira con la figlioletta di quattro anni

ROVIGO - La mamma, Samira, non c’è più. Nessuno sa dove sia finita, di lei non si hanno tracce dal 21 ottobre scorso. Tra una settimana, saranno tre mesi esatti. Gli investigatori non escludono sia morta. Anche il padre ha fatto perdere le proprie tracce, il 1° gennaio scorso. Indagato per l’omicidio della moglie, benché lui si sia sempre professato innocente, si troverebbe in Spagna. Allo stato, non è chiaro se abbia o meno intenzione di tornare. Poi c’è lei, la figlia della coppia, di appena quattro anni, rimasta senza genitori.

E’ per lei che, a Stanghella, privati e associazioni, ma anche l’amministrazione comunale, sono impegnati in una vera e propria gara di solidarietà. Al momento, della piccola si prende cura la nonna, arrivata dal Marocco a Natale, nel pieno dell’emergenza familiare. Sarebbe una soluzione ottimale, non fosse che la donna ha unicamente un visto turistico, quindi valido per un periodo di tempo giocoforza limitato. L’alternativa è uno zio, disposto a prendersi cura della bimba, che vive a Cittadella.

Intanto, un’altra emergenza è stata provocata dalla necessità di liberare la casetta dove la famiglia di Samira vive, per lavori di sistemazione. Per fortuna, grazie al contributo economico di varie associazioni, è già stato possibile individuare, per alcuni mesi, una soluzione alternativa per bimba e nonna, con l’affitto già pagato.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette