20/09/2020

TARI

"Non potete penalizzare chi vi gestisce gli impianti"

Associazioni sportive e Comune a confronto sul caso delle rate mai pagate della tassa rifiuti

In 50 per 2 posti in Comune

ROVIGO - Questa mattina a Palazzo Nodari si è tenuto un incontro tra il primo cittadino, Edoardo Gaffeo, e Stefano Nalin, dirigente del Roverdicré, per confrontarsi sulla decisione del Comune di Rovigo di chiedere il pagamento della tari ad alcune associazioni sportive e culturali rodigine. Una decisione che per molti è stata una doccia fredda. A ben 17 società, per motivi ancora non chiari, non è arrivata la richiesta di pagamento della tassa. Ora quindi si trovano con ben cinque annualità di arretrati.

L’incontro di stamattina aveva l’obiettivo di cercare un confronto con l’amministrazione da parte delle associazioni.

"Praticamente sicuro è il pagamento della Tari 2014/2015 - ha detto Nalin - Quello che non vorremmo succedesse è scoprire nei prossimi mesi che quella non è l’unica annualità richiesta dal Comune. Non vorremmo ritrovarci, in futuro, nella stessa situazione".

E su questo, probabilmente, si sta ancora discutendo. Infatti il confronto di oggi è stato aggiornato a lunedì prossimo, alla presenza anche delle società del Duomo e del baseball.

"Vogliamo vedere un passo concreto entro fine maggio. Altrimenti la soluzione a cui ci vediamo costretti ad arrivare è consegnare le chiavi e diventare utilizzatori. Non è possibile che chi gestisce - e quindi si prende anche cura - gli impianti sia penalizzato, mentre chi ne usufruisce e basta non abbia nessun tipo di problemi", ha concluso.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette