02 Dicembre 2019 12:53

ADRIA

Presentato a Verona l’indirizzo “Pesca commerciale e produzioni ittiche”

L'istituto Colombo al Job orienta ha raccontato l'esperienza veneta del corso professionale


ADRIA – Giovedì 28 novembre, all’auditorium del Salone Per l’Orientamento Job Orienta, l’Istituto Colombo ha presentato l’esperienza veneta del corso professionale “Pesca commerciale e produzioni ittiche” che è stato avviato dal settembre 2018 presso l’Istituto Professionale di Porto Tolle con un intervento dal titolo: “Non solo pesca ma lavoro sostenibile per una filiera produttiva”.

In primo luogo è stato presentato il distretto ittico del Delta ed è stata sottolineata l’importanza economica ed occupazionale del distretto che, solo per la coltivazione dei molluschi,  rende più di 60 milioni di Euro l’anno ,  a fronte di una produzione di circa 8.500 tonnellate di vongole veraci e di 4.500 tonnellate di mitili con quasi duemila imprese produttive impegnate nel settore.

Il territorio deltizio, inoltre, ospita il Parco del Delta del Po; un’area naturalistica dalla ricchezza ambientale e paesaggistica inestimabile dalle enormi potenzialità anche per la pesca turistica e l’ittiturismo.

La Dirigente Scolastica, Cristina Gazzieri, insieme alla referente di sede, professoressa Armanda Tosato e al docente di navigazione, professor Giovanni Marangelli hanno quindi presentato il corso “Pesca Commerciale e Produzioni Ittiche” che partendo dallo studio del territorio deltizio, si apre allle tecniche di navigazione, di pesca, di allevamento e acquacoltura, secondo modalità che mirano alla sostenibilità della filiera, nel rispetto degli ecosistemi.

Ha inoltre evidenziato come l’approccio didattico sia fondamentalmente laboratoriale, lontano dallo studio teorico e astratto ma anzi, realizzato principalmente con laboratori esperienziali, messi in atto anche fuori dalle classi, negli ambienti produttivi locali.

Si è sottolineato come il corso intenda anche valorizzare la figura femminile, che nella economia della filiera ittica del Delta ha tanto dato e tanto continua a dare, non solo in termini di ore di lavoro, ma anche per lo sviluppo sociale e culturale del territorio.

Il modello veneto ha trovato molte analogie con l’impostazione della Scuola Capofila di rete degli Istituti di Pesca Commerciale “Duca degli Abruzzi” di Catania, rappresentato dalla Dirigente Scolastica Brigida Morsellino. E’ emerso come il professionista della pesca, lungo tutta la filiera, abbia bisogno di sempre crescenti competenze professionali specifiche per affrontare le trasformazioni tecnologiche, sociali e dell’ambiente naturale che già si profilano nel settore della pesca, dell’allevamento e dell’acquacoltura e come la scuola debba fornire le competenze di base necessarie ai professionisti del futuro.

La giornata è terminata con l’impegno delle due scuole di approfondire lo scambio di esperienze maturate in questi primi due anni di corso anche con visite e scambi di ospitalità.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.