30 Novembre 2019 19:38

SARDINE A ROVIGO

In più di mille rispondo all’appello a Rovigo

Piazza Garibaldi gremita per dire 'basta' a una politica fatta di odio e slogan


ROVIGO – Un messaggio gentile, pacifico ma chiaro, “La festa dei populisti è finita”. Erano più di mille le sardine che oggi pomeriggio si sono radunate in piazza Garibaldi per dire ‘basta’ a una politica fatta di slogan che volutamente parlano solo alla pancia, di urla e grida, di odio e intolleranza.

Il movimento spontaneo e civile nato per protesta contro le politiche ed i toni di Matteo Salvini e della destra italiana, è arrivato anche a Rovigo. E si è decisamente fatto sentire. La piazza era gremita di persone di tutte le età, genitori, bambini, nonni, curiosi. Tutti hanno portato con sé cartelli e sagome raffiguranti una sardina, simbolo del movimento.

“In questi giorni abbiamo reso più solidali, accoglienti e colorate tantissime piazze d’Italia. Insieme a noi oggi ci sono anche le manifestazioni di Treviso, Elba, Monfalcone e Ferrara. La festa per i populisti è finita, a forza di tirare la corda si è spezzata. Oggi sono qui riuniti uomini e donne che sono stanchi di questa propaganda e uso scorretto della comunicazione e sognano un futuro migliore, non urlato e aggressivo ma gentile e consapevole” ha affermato Anna Tesi, una delle organizzatrici.

“Noi non stiamo con l’odio della Lega e della destra italiana, noi stiamo con i pochi politici che cercano di fare del bene e che magari sbagliano ma è a loro che dobbiamo dare coraggio” ha aggiunto poco dopo Anna Azzalin.

Una manifestazione che, come da volontà degli organizzatori, è stata pacifica, fatta di voglia di stare assieme uniti dalla una visione comune.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.