08 Novembre 2019 08:00

PESCHERIA NUOVA

Gli studenti ripensano l’ex caserma Silvestri

Fino al 10 novembre sarà possibile visitare la mostra con i progetti e le idee dei ragazzi dell'Itg “Bernini”


ROVIGO – Gli studenti ripensano la città. Ieri, in Pescheria Nuova, gli studenti dell’Itg “Bernini” hanno presentato le loro idee e progetti per dare nuova vita alla caserma Silvestri, allestiti in un’esposizione.

La mostra, in Pescheria fino al 10 novembre, contiene la documentazione storica del sito, la documentazione fotografica, i video dell’area, le evoluzione delle previsioni urbanistiche, il rilievo dello stato attuale e le proposte per il futuro, visualizzate anche con un plastico.

A completare il quadro, un convegno sulle tematiche inerenti la rigenerazione urbana con Alfredo Martini, direttore della rivista “Civiltà di Cantiere” come principale relatore. Una voce importante che gli studenti del quarto anno dell’Itg “Bernini”, in platea, hanno avuto occasione di ascoltare.

L’analisi è iniziata dalla differenza tra riqualificazione e rigenerazione: “Prima di tutto dobbiamo dire che costruire è un segnale di civiltà. Dobbiamo puntare sulla rigenerazione e mettere in atto strategie che intendono trasformare intere parti di città, creando uno sviluppo economico e sociale per migliorare il benessere collettivo della comunità”.

Il relatore ha portato all’attenzione del pubblico due esempi europei, quello della Ruhr e di Lione, di estremo successo. I risultati in Italia, e nello specifico a Torino, non sono stati altrettanto soddisfacenti. Particolarmente allarmanti i dati della provincia di Rovigo che, dal 2011 al 2017, ha perso il 4,7% della popolazione e ha subito un calo delle nascite del 25%. Due fattori che fanno suonare un campanello d’allarme e sui quali bisogna agire con tempestività per non rischiare il declino. “Bisogna intervenire in questa provincia che ha un enorme potenziale. Per la caserma Silvestri ho pensato a due soluzioni. La prima punta nel farla diventare un polo dell’agroalimentare, tenendo conto che il Pil derivante da questo settore è di cinque punti superiore qui rispetto alla media nazionale. L’altro è la costruzione di un Lab High Tech delle costruzioni e qui gli studenti presenti possono essere il futuro in tale idea” conclude Alfredo Martini. Una visione strategica quindi che deve abbracciare, oltre alla caserma Silvestri, il tanto materiale immobile abbandonato con Rovigo che diventa trampolino di lancio per l’intera provincia.

L’evento, è stato realizzato anche grazie al sostegno economico della fondazione Banca del Monte di Rovigo e grazie alla collaborazione di Ance Rovigo, del collegio dei geometri di Rovigo e la partecipazione degli ordini professionali degli architetti e degli ingegneri.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.