29 Novembre 2019 17:43

CONSIGLIO COMUNALE

“Chi fa i lavori sistemi anche le buche”

La proposta del consigliere Moretto, ben accolta dal primo cittadino Gaffeo


ROVIGO – “È evidente a tutti che le nostre strade versano in tristi condizioni. A parte gli ultimi interventi realizzati in questi mesi (nella stragrande maggioranza dei casi non riconducibili alla nuova Amministrazione Comunale quanto piuttosto alla passata), la situazione generale è drammatica. La mancanza di risorse si fa sentire. Servirebbero oltre 17 milioni” inizia il consigliere Moretto con la prima interrogazione.

“Ma una parziale e importante soluzione ai crateri la si può trovare nell’applicazione del “Regolamento per l’esecuzione di opere comportanti l’occupazione e la manomissione di suolo pubblico. Questo regolamento, vigente dal 31/01/2008, prevede che, a fronte della concessione dell’autorizzazione comunale, ricadano a carico del Concessionario responsabilità ed obblighi ben precisi, quali la buona esecuzione dell’opera e tre anni di garanzia sul lavoro eseguito – continua -. Vediamo molto spesso che le cattive condizioni di una strada non sono tanto dovute all’usura dell’asfalto quanto piuttosto per la manomissione del suolo: oltre il 70%delle strade sono manomesse dai continui scavi per operazioni effettuate nel sottosuolo (acqua, gas, telefonia..). Per risolvere buona parte delle criticità, occorrerebbe applicare alla lettera qualcosa che già esiste (il Regolamento, appunto) e prestare una stretta e ferrea vigilanza, che assicurerebbero lavori migliori, fatti a regola d’arte. Si contestino, oggi e in futuro, le manomissioni ancora in garanzia. Avremmo un enorme risparmio” conclude.

Il primo cittadino, Edoardo Gaffeo risponde: “La ringrazio del suggerimento cercheremo davvero di applicare questo regolamento”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.