14 Ottobre 2019 13:40

FEMI-CZ RRD

Ecco a voi Daniel, il nuovo pilone rossoblù!

Presentato questa mattina l'ultimo membro della famiglia FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta


ROVIGO – Presentato questa mattina, in una delle concessionarie Autoteam, la new entry della grande famiglia FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta.

Ed è proprio questo il primo commento del nuovo pilone rossoblù, Daniel Jacobus Mienie, sull’Italia e su Rovigo. “Mi sono sentito subito a casa – ha affermato in conferenza stampa – anche se sono arrivato da poco”.

Daniel Mienie è nato a Polokawane, Sud Africa, l’1 marzo del 1991. Ha iniziato a giocare nel settore giovanile dei Natal Sharks, la franchigia sudafricana di Durban. Con questa squadra ha esordito nella Vodacom Cup del 2012 e nel Super Rugby nella stagione successiva quando ha conquistato anche la Currie Cup. Nel 2015 è passato alla franchigia dei Cheetahs di Bloemfontein giocando nel Super Rugby, competizione nella quale ha collezionato complessivamente 18 presenze, e militando anche nelle formazioni dei Griquas e del Free State XV. Nel 2018 si è trasferito in Francia allo Stade Toulousain come “joker medical” ottenendo 15 presenze nel Top 14 transalpino. L’anno scorso ha fatto ritorno in Sud Africa per entrare a far parte dell’organico dei Lions, la franchigia di Super Rugby di Johannesburg, e dei Golden Lions, la squadra con la quale quest’estate ha disputato la Currie Cup e il Rugby Challenge.

Con la sua entrata, la rosa per la stagione 2019/2020 è completa, ha affermato Casellati. Daniel porta a tre il numero di sudafricani presenti nei Bersaglieri. “Una scelta non casuale – racconta Casellati – oltre al profilo sportivo molto valido di Daniel abbiamo tenuto conto anche di tutto il resto. Daniel non deve solo inserirsi in campo, deve anche vivere appieno il suo tempo fuori dal campo e dallo stadio. E abbiamo pensato che con dei connazionali questo passaggio potesse risultare più facile”.

Il nuovo pilone rossoblù è molto entusiasta della nuova esperienza rodigina. Prima di accettare il nuovo ruolo ha chiesto ad alcuni conoscenti che giocano in Italia come fosse l’ambiente qui, e la risposta è stata più che positiva. “Ho visto molti articoli sulla stampa locale riguardanti il mio arrivo – ha detto Daniel a fine conferenza – e tutti parlavano delle mie vecchie squadre, dei traguardi raggiunti con altri club. Ora però sono a Rovigo e gioco per la squadra di questa città. Voglio dire che sono qui con tutto me stesso, i traguardi passati con altri club sono nel passato, nel mio presente c’è solo la famiglia rossoblù”.

 

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.