29 Settembre 2019 08:55

LA FABBRICA DELLO ZUCCHERO

“Tensioni” al via il secondo giorno

Ecco il programma del festival per domenica 29 settembre


ROVIGO – Dopo la prima giornata, il Festival prosegue con un programma fitto fitto di eventi per tutta la giornata di domenica 29 settembre.

Per il tema “Trame di umanità” alle ore 10,00 Luisa Fabrizi è protagonista del talk “To-not-disappear”. La sua installazione è uno specchio interattivo che sfida chi gli è davanti a lottare per venire riflesso. Quando qualcuno entra nel campo visivo dell’installazione, la sua immagine perde fuoco e saturazione. Per ottenere la loro immagine i visitatori devono urlare contro la macchina. L’installazione costringe i visitatori a prendere distanza dalle norme sociali del buon gusto e moderazione. To-not-disappear invita ad esprimere la propria individualità attraverso un urlo primordiale, trasformando il visitatore da consumatore passivo a performer, sollecitando un contatto intimamente esplosivo con la propria umanità.

Per il tema “Le rotte del Linguaggio” un incontro di sicuro interesse anche per i giovani è quello delle ore 12 con Bruno Mastroianni, filosofo, giornalista, social media manager di trasmissioni Rai. Si occupa di discussioni online, conflitti e comunicazione di crisi e al Festival di “Diversità aumentata”.

Per “Cinture di insicurezza”, il festival Tensioni, in linea con gli obiettivi di Fabbrica dello Zucchero, diventa mezzo di connessione con altri festival, grazie anche al coordinamento e al sostegno di Rovigo Convention & Visitors Bureau, che ha avviato la collaborazione con KUM festival dal 18 al 20 ottobre ad Ancona.

Per costruire un “ponte” tra le coordinate dei due festival “geografia delle relazioni“ e “origine della vita” sono interviene il prof Alessandro Inserra, direttore dell’unità complessa di Chirurgia all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma e Nicolò Terminio, psicoanalista lacaniano, membro di IRPA e ALIPSI. Insieme analizzano il caso di separazione di due gemelline siamesi compiuto all’Ospedale Bambino Gesù documentato anche da Rai 3 nella trasmissione “Dottori in Corsia”, con l’incontro dal titolo “Tensioni del corpo: quando la separazione genera nuova vita”.

Alle ore 17,00 Roberto Mercadini è protagonista dello spettacolo “Odissee anonime. Monologo sull’integrazione”. Storie di Senza Nome e di Nessuno. Storie vere di due migranti i cui nomi non vengono rivelati: uno nato in Afghanistan, l’altro in Costa D’Avorio. Il “poeta parlante” Roberto Mercadini affronta uno dei temi più complessi della contemporaneità, creando uno spettacolo sul percorso dei richiedenti asilo e sull’incontro con la realtà italiana. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero con l’eccezione di quelli indicati. Una biglietteria è in funzione non stop, dalle 9.30 alla chiusura. La Carta del Festival consente l’accesso a tutti gli eventi a pagamento. I primi 25 acquirenti della Carta del Festival hanno un ingresso omaggio alla mostra Giapponismo di Palazzo Roverella.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.