12 Agosto 2019 17:41

“L’acqua è inquinata”. Attenzione, è una truffa!

Falsi tecnici dell'acqua chiedono di entrare in casa per controllare gli inquinanti nell'acqua. Acquevenete: "Sono truffatori, non aprite"


ROVIGO – “Nei giorni scorsi sono stati segnalati purtroppo nuovi casi di “falsi addetti” Acquevenete, nella provincia di Rovigo. Acquevenete rinnova quindi l’invito ai propri utenti a prestare
particolare attenzione per difendersi dalle truffe”, così la nota del gestore idrico.

“Questi truffatori si presentano come tecnici dell’azienda del servizio idrico integrato: sostengono di dover entrare in casa o chiedono di fissare un appuntamento per un controllo sulla presenza di inquinanti nell’acqua, o con altri pretesti, oppure possono richiedere dei pagamenti, anche presentando documentazione fasulla. Il personale di Acquevenete non chiederà mai di entrare nelle abitazioni per effettuare analisi dell’acqua, raccogliere dati sensibili degli utenti o chiedere pagamenti di persona. Per altre necessità tecniche è possibile che il personale di Acquevenete debba contattare gli utenti: in questo caso, è sempre munito di un cartellino identificativo. Inoltre, acquevenete invita gli utenti a diffidare delle offerte di aziende che propongono analisi dell’acqua a domicilio: l’acqua erogata dal gestore idrico è sempre potabile e i dati relativi alla qualità dell’acqua del proprio rubinetto si possono consultare al sito www. acquevenete.it alla voce “Qualità dell’acqua”, oppure scaricando l’App gratuita Acquevenete per il proprio smartphone”.

“Per qualsiasi dubbio, si consiglia di telefonare al numero verde gratuito del Servizio Clienti di acquevenete 800 99 15 44. Inoltre, è sempre opportuno segnalare eventuali comportamenti sospetti alle Forze dell’Ordine”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.