10 Agosto 2019 18:45

ADRIA

Il consiglio vota il bilancio e la minoranza esce dall’aula

È successo durante l’ultima seduta del consiglio dell’agosto, ecco perché


ADRIA – Nell’ultima seduta del consiglio dell’agosto, la minoranza ha abbandonato l’aula al momento del voto  sull’assestamento del bilancio 2019 e sulla verifica della salvaguardia degli equilibri di bilancio; passaggio molto importante sull’attività contabile e sull’attività quotidiana del Comune.

“La legge stabilisce che questo atto deve essere  adottato perentoriamente entro il 31 luglio di ogni anno. Questa scadenza  era evidenziata  in maniera chiara nella stesso atto proposto per il voto – afferma la minoranza, che prosegue – Abbiamo sempre dato disponibilità  come opposizione ad essere presenti in consiglio e assumere decisioni per garantire il rispetto della legge e la funzionalità dell’Ente”.

“Quello che ci ha  indispettito sono stato il fatto di non aver avuto alcuna informazione  preventiva sull’anomalia della situazione, sulla  furbizia usata per  tentare di passare tutto silenzio,  il non  aver dato risposte quando il fatto è emerso in consiglio, il rifiuto di modificare  la delibera. Il Presidente Bisco non ha  fiatato, ha messo i voti e i consiglieri di maggioranza senza batter ciglio hanno approvato. A noi della  minoranza non è rimasto altro a fronte  di una così ingiustificata chiusura abbandonare  la seduta  per rimarcare la nostro   rifiuto di avvallare un  atto  deliberativo non conforme alla legge e per non   assumere responsabilità di alcun tipo”.

E conclude: “E’ doveroso ora verificare se le responsabilità dell’accaduto siano solo politiche; in primo luogo chiederemo lumi al Collegio dei Revisori. Certo che una Civica Amministrazione che  non rispetta le regole ed i termini che la legge impone non è  un buon esempio per i suoi cittadini”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.