10 Luglio 2019 19:51

DISCOBOLO ATLETICA ROVIGO

Giovani promesse



ROVIGO – Discobolo atletica Rovigo protagonista in tutte le categorie nello scorso week end del 6/7 luglio. Iniziamo con i campionati italiani master di scena a Campi Bisenzio, con la splendida vittoria di Rudy Magagnoli nei m.5.000 cat. M40. Gara senza storia, tanta era la strapotenza talentuosa di Rudy, capace di correre a 42 anni la distanza in un eccellente 15’37″04 distanziando il secondo di 31″, con questi passaggi: 3’03″/6’07″/9’16″/12’28”. Questo talento è atteso agli Europei di categoria a Settembre. Ottimo quinto posto per Saaid El Bouali nei 1.500 M35 corsi in 4’15″35 conducendo per buona parte della gara e cedendo solo nel finale.

Discobolo presente anche a San Giovanni Lupatoto nel meeting “Chiavico” con Elisabetta Greggio buona quinta nei 100 metri con un buon 12″67, Mihai Irimca ancora una volta vicinissimo a sfondare il muro dei due minuti concludendo in solitaria con 2’00″82. Discreto il 24″11 dell’allievo Andrei Neagu che ha interrotto la pausa post agonistica cimentandosi con una gara di velocita.

Bene Gaia Cappello 300/45″48 anche lei proveniente da settimana di riposo, come Cristian Capato 300/42″07 fresco di esami (media del nove). Dopo un’altra settimana di riposo attivo I ragazzi riprenderanno la preparazione per le gare di Settembre.

Ultimi fuochi d’artificio della prima parte della stagione su pista, prima della pausa estiva, per i giovani atleti della Discobolo, impegnati con il campionato regionale di prove multiple a Conegliano, sabato 6 e domenica 7 luglio. Le ragazze e i ragazzi, come di consueto, gareggiavano nelle quattro prove del tetrathlon: 60 metri ad ostacoli, salto in lungo, lancio del vortex e 600 metri.

Quattro prove una dietro l’altra, senza neanche il tempo di tirare il fiato, che fanno emergere il talento polivalente degli atleti, la loro capacità di sopportare il carico fisico e mentale nelle oltre tre ore passate su pista e pedane, ma che cementano anche l’amicizia fra atleti di diverse squadre che, nella comune fatica, non si vedono come avversari ma come compagni di un lungo viaggio.

La Discobolo, nella due giorni, ha schierato tre atlete, Elena Crepaldi, Ilaria Nezzo, Eleonora Bernecoli, e un atleta, Matteo Cominato.

Crepaldi, che nel tetrathlon è bi-campione provinciale, ha ottenuto un ottimo dodicesimo posto assoluto, migliorando di circa 150 punti il precedente “score”, grazie ad una buona prova sui 60 ostacoli, la sua specialità prediletta, ad un volo di 4,17 metri nel salto in lungo (con un miglioramento di 17 cm), 21,87 metri di vortex (anche qui primato personale) ed un gran 600, chiuso con il p.b. eguagliato in 1’51”3 (quinto tempo assoluto). Per lei, ora, si aprono le porte del pentathlon cadette per il prossimo anno.

Netto miglioramento nel punteggio anche della piccola Ilaria Nezzo, la più giovane della pattuglia biancazzurra, che si migliora ancora nei 60 ostacoli (nuovo limite a 10.6), ottiene un ottimo 3,90 metri nel lungo e conferma il tempo di 2’06” nei 600. Unico neo la gara del vortex, dove è rimasta un po’ sotto il suo personale, ma il prossimo anno sarà ancora lì a dar battaglia, migliorando di sicuro il già buon piazzamento finale di quest’anno.

Bella e coraggiosa la gara di Eleonora Bernecoli, che pur non essendosi potuta presentare al meglio della preparazione, ha affrontato con determinazione la dura prova e ha anche resistito anche ad una caduta nei 60 ostacoli. Stringendo i denti, tuttavia, la ragazza ha concluso con soddisfazione le sue fatiche.

Il giorno successivo, Matteo Cominato, unico maschio a cimentarsi in questo campionato regionale, si trovava di fronte a gare per lui inedite, avendo un precedente solo sui 600 metri.

Per lui discreto esordio sui 60 ostacoli, affrontati con prudenza visto che c’era che la pista bagnata. Buona la prova nel vortex con un lancio a 31,07 metri, da rivedere invece il salto in lungo. Molto buona invece la gara sui 600 metri, dove si migliorava di ben 8 secondi, con una condotta di gara molto attenta ed una bella progressione finale.

Finite le gare del programma ufficiale, adesso per alcuni atleti ci sarà la passerella il 16 luglio a Padova, in occasione del meeting internazionale, nel quale i giovani saranno chiamati a scaldare il pubblico in attesa della gare delle star mondiali.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.