06 Luglio 2019 13:53

LA CRITICA

“Gaffeo vuol spostare il tribunale e l’opposizione non dice nulla”



E’ ancora troppo presto per fare un bilancio dell’amministrazione Gaffeo, ma se il buongiorno  si vede dal mattino, direi che non siamo partiti proprio bene. In campagna elettorale Gaffeo si era fatto promotore di una raccolta firme affinché il Tribunale di Rovigo rimanesse dov’è, anche per non creare un altro vuoto nel centro storico, come si è verificato con l’ex liceo, definito una piccionaia. Dai giornali si è appreso della  possibilità che il Tribunale venga trasferito al Maddalena. Non si è ben capito se questo è per riuscire ad avere il contributo per la riqualificazione dell’area o se, invece, è una scelta strategica per la miglior collocazione del Palazzo di Giustizia. Noi riteniamo che i sostenitori del trasferimento al Censer, che sembra tramontato, non possano proporre, con altrettanta enfasi, il trasferimento al Maddalena perchè, alla fine, si ha l’impressione che più che altro vogliano trasferire il Tribunale ad ogni costo. Purchè non resti dov’è va bene tutto. Ci auguriamo che il Sindaco Gaffeo mantenga fede all’impegno preso e lo ribadisca  in modo chiaro e decisivo.  Altro scivolone è la presa di posizione sulle armi alla Polizia Municipale. Se questa amministrazione intende privare  i Vigili della pistola significa che non ha intenzione di programmare il terzo turno. Con la conseguenza  che la Città sarà fuori controllo nelle ore serali e notturne, e questo non va bene, in quanto l’ordine pubblico non può essere demandato solo alle Forze di Polizia. I Vigili conoscono bene tutto il territorio cittadino e vanno messi in condizione di operare al meglio. Non si dimentichi il sano  principio della continuità amministrativa. Solo la fedele Penepole di notte distruggeva il sudario che confezionava di giorno per Laerte,  ma lo faceva per una nobile causa che si chiamava Ulisse.  Questo non vale, però,  per la pubblica amministrazione.
Non va esente da critica neanche l’opposizione che ha dimostrato incapacità persino nella elezione del Presidente del Consiglio. La coalizione che faceva, l’imperfetto ci sta tutto, capo a Gambardella si è di fatto sciolta. Il capo gruppo di FDI ha votato a favore, forse si era scordato di non appartenere più alla precedente area politica, mentre Gambardella si è astenuta. Si riscontrano pure dissidi su chi deve rappresentare in Consiglio Comunale la lista Gambardella. Era tutto prevedibile, la coalizione costruita non su un programma, non su identità ideologiche, era destinata a perdere e su questo gli elettori hanno già sentenziato. Purtroppo  non fa nulla neanche per riabilitarsi. Piaccia o no sarà lunga vita per Gaffeo.

Ezio Conchi
ex candidato sindaco

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.