14 Giugno 2019 17:39

RUGBY TOP 12

Torna Bacchetti insieme a 11 nuovi giocatori: dal 15 luglio tutti in campo

Zambelli e Casellato fanno il punto sulla prossima stagione: sarà creata un'under 18 elite gestita dalla sola società rossoblù


ROVIGO – Il 15 luglio inizierà la nuova stagione della Rugby Rovigo Delta. E proprio in vista di questo importante appuntamento, oggi, il presidente Francesco Zambelli e il coach Umberto Casellato hanno voluto incontrare la stampa per raccontare cosa succederà all’interno del Battaglini e come sarà composta la rosa dei giocatori.

Il primo a esordire è lo stesso Zambelli: “E’ stato confermato Casellato come coach. Il programma è quello di avere una prima squadra giovane e vincente, più un under 18 elite che sarà strettamente gestita dalla Rugby Rovigo che é la squadra che dovrà rappresentare la miglior under 18 in Polesine con Badia Frassinelle e Villadose. Da lì, quindi, si pescheranno i futuri giocatori della prima squadra: chi non ce la farà potrà comunque giocare nella formazione cadetta, che sarà serbatoio di appoggio alla prima squadra e in collaborazione con altre società polesane per giocare al meglio le altre categorie”.

L’accordo con la Monti, quindi, sarà rivisto, dato che l’under 18 sarà gestita dalla Rugby Rovigo e da coach Casellato: “E’ un programma che non infastidisce la Monti Junior – spiega Zambelli – che dovrà sviluppare settore giovanile in collaborazione con Rugby Rovigo. Dobbiamo tenere alto il nome della Rugby Rovigo ed è l’unico modo per farlo. Le attese quindi saranno un po’ modificate: dovrebbero dedicarsi di più al minirugby, l’obiettivo deve essere quello di sviluppare un settore giovanile per prima squadra. Tutto il resto verrà di conseguenza: se ci saranno cosi tanti ragazzi si può aggiungere un’altra under 18 all’elite, con risorse interne, gestita dalla Monti. Il famoso accordo era nato in altri tempi, ora la situazione è evoluta: hanno fatto fatica a fare i campionati dell’anno scorso. L’unica cosa per non creare ostacoli tra le due dirigenze tecniche é il fatto che Casellato non può sottostare alle richieste della Monti, ovvero McDonnell. La convenzione è saltata in un periodo convulso, c’era la proposta loro di fare il progetto Polesine u18 e u16 coinvolgendo Badia e Villadose, ma è saltato tutto. Ora, si possono però portare avanti entrambe le situazioni, con l’elite gestita da noi e la cadetta da loro. Ma senza scambio di giocatori: si creano pasticci grandi altrimenti, sono modi di allenare diversi. Chi é della rosa Rugby Rovigo Delta resterà della Rugby Rovigo, chi vuole uscire invece sarà dato in prestito e giocherà con loro, ma non sarà più di competenza nostra”.

La motivazione di questo distacco è chiara: “Voglio fare il presidente un altro anno in pace, é un sacrificio altrimenti, non posso sempre guardarmi alle spalle per vedere cosa succede” conclude Zambelli.

E’ arrivato poi il momento del saluto di Giuseppe Favaretto, nominato neo assessore, prima ds: “Abbiamo affrontato un percorso insieme a Umberto Casellato per trovare la formazione della nuova squadra, siamo a buon punto. Ci sarà una continuità rinforzata. Io da oggi mi sono dimesso, per non creare conflitti di interesse con il Comune”.

Infine, la parola a Umberto Casellato che ha parlato della futura squadra: “Un caro saluto a Beppe, abbiamo fatto insieme un lavoro molto importante per la squadra. La rosa della prima squadra sarà composta da 37 giocatori, manca ancora una seconda linea, ma non abbiamo fretta di prenderla e vogliamo valutarla bene. Per la prima linea: ci sarà un nuovo pilone sinistro, stiamo concludendo la trattativa, si tratta di un giovane che si é messo in luce l’anno scorso. Ci sarà un nuovo tallonatore, per cui manca solo la firma. Per quanto riguarda gli altri giocatori: il grande ritorno di Bacchetti e 10 giocatori nuovi. Non cambiamo piano di gioco, anche per il prossimo anno non faremo troppe mischie, mi sono divertito molto quest’anno”. E sugli avversari: “Le altre squadre si sono rinforzate, soprattutto Reggio Emilia, Calvisano e Petrarca. Il nostro obiettivo é quello di portare alto il valore della maglia entrando tra le prime 4 e fare la finale in casa. La squadra è giovane e avremo molta energia, molti ora sono via con il mondiale”.

Ecco quindi i primi appuntamenti: lunedì 18 giocatori faranno dei test fisici, mentre la stagione inizia il 15 luglio durando 4 settimane. Ci sarà uno stop a Ferragosto e si riprende il 19 agosto. La prima amichevole sarà il 6 settembre con una squadra di livello. Poi venerdi 13 con le Fiamme Oro e infine una partita al torneo di Badia. Le prime partite saranno per la Coppa Italia, mentre dal 19 ottobre inizierà il campionato.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.