06 Giugno 2019 07:52

CULTURA

Mattia Signorini da oggi in libreria con “Stelle Minori”

Sabato alle 18, in piazza Garibaldi, la presentazione ufficiale del suo nuovo romanzo in anteprima nazionale


ROVIGO – Esce oggi in tutte le librerie italiane “Stelle minori”, il nuovo romanzo di Mattia Signorini. Un libro edito da Feltrinelli che arriva dopo quattro anni di stop dall’ultimo romanzo, “Le fragili attese” edito da Marsilio. La presentazione ufficiale, in anteprima nazionale, si svolgerà proprio a Rovigo, sabato pomeriggio alle 18 in piazza Garibaldi, in un evento pensato per chiudere, a distanza di un mese, il festival Rovigoracconta, di cui Signorini è il direttore artistico. Nell’attesa di presentare ufficialmente il suo romanzo, quindi, Signorini ha voluto rispondere a qualche domanda sul percorso che l’ha portato fino a quì, fino a “Stelle Minori”.

Come mai quattro anni di attesa?

“Ho sempre creduto che non bisogna uscire in libreria tanto per uscire, ma solo quando c’è una storia che chiama. In questi anni ho pensato ad altre due storie, ma non mi convincevano fino in fondo. Così mi sono detto: finché non arriva quella giusta non voglio più pubblicare un libro. Poi due anni fa è arrivata l’idea di “Stelle minori”, sono serviti due anni per completarlo e ora sono pronto a presentarvelo”

Nel frattempo hai cambiato anche editore, passando da Marsilio a Feltrinelli…

“Sono arrivato a pubblicare con Marsilio quando avevo deciso di tornare a vivere a Rovigo da Milano, preferendo la provincia, la mia provincia che amo da sempre. Allora Cesare De Michelis, uno degli ultimi grandi editori delle storiche case editrici, presidente di Marsilio, mi aveva voluto con forza. Cesare oggi non c’è più, anzi spero che durante quest’intervista un pensiero arrivi anche a lui, e quando ho terminato a questo libro ho pensato di presentarlo a Feltrinelli. Feltrinelli infatti era da sempre l’editore dei miei sogni, quello che leggevo da quando ero adolescente. Sono contento che anche a loro il libro sia piaciuto e abbiano deciso di pubblicarlo”.

Da oggi inizierà un lungo tour di presentazione del tuo romanzo in tutta Italia, ma hai voluto che la prima tappa si svolgesse proprio a Rovigo. Perché?

“Ho scelto Rovigo come luogo in cui vivere e quindi ho scelto Rovigo come prima tappa del mio tour, che andrà avanti tutta l’estate. E’ un po’ come presentare un libro in famiglia, tra persone che si incontrano tutti i giorni per strada, un abbraccio che ci daremo tra tutti i presenti sabato. Mi è piaciuta l’idea di inserire questo appuntamento come l’ultimo di Rovigoracconta, anche per poter chiudere il festival con un po’ di sole, visto che quest’anno purtroppo è stato molto piovoso tutto il fine settimana”.

I tuoi romanzi sono molto diversi uno dall’altro, sia per le storie che racconti sia per lo stile narrativo. Cosa ci dobbiamo aspettare da “Stelle minori”?

“Ogni romanzo si porta dietro un modo diverso di raccontarlo. C’è un fil rouge in ogni libro che ho scritto, che è quello del tempo che passa e che lascia tracce. I protagonisti di “Stelle Minori” sono due ragazzi e un professore che assomiglia un po’ a quello splendido personaggio dell’Attimo fuggente. C’è Zeno, che ora ha 30 anni e si sta per sposare, ma il passato torna a bussare alla sua porta qualche giorno prima, per mano di Agata. Ognuno di noi si trova a fronteggiare questo momento, quello di pagare il conto con il passato. E si hanno due opzioni: o si continuano a nascondere i segreti sotto la sabbia o si decide di affrontarli, come faranno i protagonisti del mio romanzo”.

Altri dettagli sulla trama del libro saranno raccontati solamente sabato, in piazza Garibaldi, alle 18, dove si concluderà il grande festival arancione che anche quest’anno ha saputo animare di entusiasmo tutto il centro città.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.