01 Giugno 2019 20:20

ELEZIONI ROVIGO

Lo staff Gaffeo di fronte alle sede di Menon: è polemica

Bonvento: "È tutto falso. Noi non ci schieriamo con nessuno dei due candidati"


ROVIGO – Marco Bonvento, portavoce pro-tempore delle liste di Silvia Menon, in una nota, critica aspramente la decisione dello staff di Edoardo Gaffeo di posizionarsi per la distribuzione di volantini e di fronte all’ex sede della Menon.

“Siamo stupiti per la mossa di cattivo gusto dello staff del candidato sindaco del Partito Democratico Edoardo Gaffeo che danneggia l’immagine del nostro ex candidato sindaco Silvia Menon e delle nostre liste cercando di far passare un messaggio sbagliato tra i cittadini di Rovigo” afferma il portavoce pro tempore.

“La nostra lista è intestataria di un contratto che scade l’11 giugno con il titolare del negozio che ci ha ospitato durante la campagna elettorale (tra piazza Vittorio Emanuele II e piazza Garibaldi, in via Maddalena) per noi conclusasi la settimana scorsa. Non abbiamo ancora riconsegnato le chiavi. Questa mattina abbiamo scoperto che sulle vetrine del negozio sono stati affissi i manifesti del candidato Gaffeo e che i suoi sostenitori distribuiscono materiale informativo proprio di fronte alle vetrine, con uni tavolino posizionato davanti ed altro materiale elettorale. Abbiamo parlato con il proprietario che non ne sapeva nulla. Ci ha risposto che lo staff di Gaffeo ha agito senza il suo consenso”.

“Inevitabilmente siamo stati tempestati di telefonate e sui social network si è diffusa la bufala che noi abbiamo lasciato la sede al Pd e che abbiamo stretto un accordo con Gaffeo, pronti all’apparentamento. – continua Bonavento – È tutto falso. Noi, come ha dichiarato nella propria definitiva lettera di saluto Silvia Menon mercoledì mattina, al ballottaggio di domenica 9 giugno non sosteniamo né il candidato sindaco di centrosinistra Edoardo Gaffeo, né quello di centrodestra, Monica Gambardella. Non firmiamo alcun apparentamento ed i nostri consiglieri comunali verranno eletti tutti all’opposizione”.

E conclude: “Ogni affermazione in senso contrario è passibile di querela per diffamazione perché falsa e lesiva dell’immagine di Silvia Menon, e della nostra squadra” .

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.