10 Giugno 2019 09:49

ELEZIONI ROVIGO

I candidati sconfitti commentano la vittoria di Gaffeo: “Complimenti, noi faremo opposizione”

Dalla Civica Menon a Lorenzo Rizzato (Lega), tutte le reazioni al risultato del ballottaggio rodigino


ROVIGO – E’ una giornata di bilancio oggi per tutti i candidati sindaco sconfitti alle elezioni comunali di Rovigo, ma anche per i consiglieri eletti delle formazioni civiche e politiche che ora si apprestano a sedere sui banchi dell’opposizione.

Marco Bonvento, in rappresentanza della Civica Menon, commenta: “Mi congratulo con il nuovo Sindaco di Rovigo. Dal canto nostro confermo un’opposizione ferma e propositiva. Come abbiamo sempre fatto in Consiglio comunale negli ultimi 4 anni. Il nostro patto con gli elettori è il nostro programma e la nostra caratteristica è la schiena dritta. Sono convinto che il processo di rinnovamento della politica locale sia cominciato ma non ancora terminato e tale processo passi per una partecipazione attiva dei cittadini alla “cosa pubblica” attraverso associazioni, comitati ed, in ultima, liste civiche in grado di esprimere persone capaci e competenti”.

Arriva anche un primo commento della Lega, con Lorenzo Rizzato, il più votato al primo turno con 222 preferenze: “”Nonostante la grande soddisfazione per il mio risultato personale, per il quale non smetterò mai di ringraziare i rodigini, ammetto che provo delusione per il risultato della nostra coalizione. Durante questa campagna elettorale ci siamo impegnati molto ma evidentemente non siamo riusciti a convincere gli indecisi. Ma una cosa la voglio affermare con forza: il mio impegno non finisce oggi, con questo risultato, ma anzi, farò di tutto per fare un opposizione vigile sull’operato della nuova amministrazione oltre che costruttiva con l’unico obbiettivo di creare una Rovigo migliore. In campagna elettorale ho ribadito più volte le mie idee e progetti per la nostra città: dalla sicurezza all’università, dalle politiche per incentivare il turismo e il commercio ad un maggiore sostegno alla cultura, ed è proprio per queste e molte altre idee che mi batterò in consiglio comunale. Cercherò comunque, nonostante il mio ruolo di consigliere di minoranza, di portare nelle istituzioni tutte le necessità e le problematiche dei cittadini della nostra città, cercando di rappresentare al meglio tutti i cittadini di Rovigo.” Rizzato conclude dicendo: ” Infine voglio augurare buon lavoro a Edoardo Gaffeo ed a tutta la sua futura giunta, troverà in me un consigliere attento e vigile ma anche costruttivo per il bene di Rovigo e dei rodigini”.

Puntuale, anche il commento di Ezio Conchi, che ieri era presente in Comune per complimentarsi con Gaffeo, segno inequivocabile della sua posizione: “La dirigenza di FI, opponendosi all’apparentamento con le nostre due  liste civiche ha dimostrato di preferire  l’esclusione con il risultato  che si è visto. Non hanno capito che, sommando i voti di FI con le due civiche Conchi, si arrivava tranquillamente al 10%. Una miopia politica, programmatica e strategica. Dopo aver perso Adria ora è crollata anche Rovigo. In una azienda privata il coordinatore provinciale  sarebbe già stato trasferito “ ad altri incarichi” più consoni alle sue capacità.  Ora bisogna ripartire da zero in tutti i sensi”.

Alla luce del risultato emerso nella notte, il Movimento 5 Stelle vuole congratularsi con lui per il risultato raggiunto. “Confidiamo che l’obiettivo comune dovrà essere quello di lavorare nell’esclusivo interesse della città”. In tal senso il Movimento, rappresentato dal Consigliere Mattia Maniezzo, sosterrà ciò che è già presente nel proprio programma (energia, lavoro, rifiuti, sviluppo, trasparenza) al fine di migliorare il decoro, la qualità della vita di tutti i cittadini, gli sprechi, di questa città. Sarà anche vigile sentinella, per controllare che non vengano ripetuti gli errori del passato, che hanno portato Rovigo alla condizione di degrado in cui si trova ora.

Anche CasaPound commenta il risultato elettorale di questa notte: “Oggi più che celebrare la vittoria della sinistra dobbiamo celebrare il De Profundis del centro Destra Rodigino. Un fallimento certificato paragonando il dato delle Europee. Arroganza e presunzione non pagano, si è voluto inseguire un centro ormai morto e candidare persone invise alla città mentre è mancato il coraggio di aprire a nuovi contributi a nuove proposte e a nuovi volti. Sì è voluto inseguire il solito schema che aveva portato a 2 fallimenti senza dare alcun segnale di discontinuità. Ci spiace per Gambardella, persona preparata e che ha messo cuore e passione in questa campagna elettorale, ma il risultato era scritto.Ora Rovigo si appresta a vivere 5 anni terribili (non per Gaffeo ma per chi gli sta dietro) in cui la sinistra occuperà tutto l’occupabile e porterà in città le sue battaglie antistoriche e dove  ogni persona che viene da fuori avrà sempre la precedenza rispetto ai rodigini.Noi comunque da domani torneremo nelle strade a difendere i nostri concittadini a partire da sabato con la colletta alimentare”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.