01 Giugno 2019 18:00

LENDINARA

Federica Ginesu è la vincitrice del concorso giornalistico “Alberto Mario-Jessie White-Adolfo Rossi”

Il suo articolo analizzava il tema della somministrazione di cure palliative a malati terminali


LENDINARA – Nella mattinata di sabato 1 giugno, alle 10, è stato consegnato il premio del concorso giornalistico “Alberto Mario-Jessie White-Adolfo Rossi”. La Cittadella della Cultura di Lendinara ha ospitato la cerimonia di consegna dei premi del concorso, giunto alla sua quarta edizione.

Si tratta di un premio a cadenza biennale con un duplice scopo. Da un lato, valorizzare le figure di Alberto Mario, Jessie White e Adolfo Rossi, la cui storia si intreccia con quella di Lendinara. Dall’altro, c’è la forte volontà di valorizzare il giornalismo d’inchiesta, che è sinonimo di ricerca e approfondimento, di cui questi tre personaggi sono stati pionieri.

La vincitrice di quest’anno è Federica Ginesu. A farle vincere il primo premio è stato il suo articolo, pubblicato su Grazia, sul tema delle cure palliative per malati terminali. L’articolo affronta, in particolare, una legge dello Stato che agevolerebbe la prescrizione di queste cure e che è mal utilizzata, per poca conoscenza o per intenzione.

La giuria in questa occasione è stata presieduta da Gilberto Muraro, attuale presidente della Fondazione Cariparo, lo ha affiancato come membro di giuria e Segretario del Premio, Nicola Gasparetto direttore scientifico della Cittadella della Cultura. A completare la composizione Rossella Certini, docente di pedagogia all’Università di Firenze e autrice di studi su Jessie White, Sergio Frigo, giornalista particolarmente attento al mondo letterario ed infine Pier Luigi Bagatin, già direttore della biblioteca lendinarese e profondo conoscitore degli scritti di Mario e della White.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.