08 Giugno 2019 17:20

MUSICA

“Cordas Ensemble” in concerto

Protagonisti gli alunni e i docenti di chitarra, arpa e percussioni delle scuole medie ad indirizzo musicale del Polesine


7ROVIGO – Il concerto di domani sera, 9 giugno, sarà dedicato alla chitarra e vede come protagonisti i docenti e gli allievi di chitarra delle scuole ad indirizzo musicale della provincia di Rovigo. La serata è aperta dall’ensemble dei soli docenti per proseguire con una formazione arricchita da alcuni giovanissimi loro allievi chiamata Cordas Ensemble e comprendente anche arpe e percussioni.

La Fuga BWV555 è attribuita a J.S. Bach nonostante vi siano numerosi dubbi sulla sua reale paternità che indicano come l’autore potrebbe verosimilmente essere uno dei suoi allievi. Si tratta di una tipica Fuga barocca le cui 4 voci emergono nitide nella trascrizione per ensemble di chitarre.

Le cinque Danze che seguono la Fuga di apertura ci portano indietro di un secolo. John Dowland è uno dei massimi compositori e liutisti che l’Inghilterra elisabettiana e non solo abbia conosciuto. Durante la sua vita (1562 – 1626) ha goduto di grande fama e prestigio. La selezione di Danze che sono in programma è tratta da una raccolta intitolata “Lacrimae Seaven Tears […]with diuers other Pauans, Galiards, and Almands”. La destinazione strumentale della raccolta è l’ensemble di viole ma la scrittura si presta molto bene all’esecuzione con diversi strumenti. Fra le danze dell’epoca la Galliarda era probabilmente una delle forme preferite da Dowland nel cui catalogo se ne contano almeno 33. Nei confini di questa forma relativamente semplice il compositore inglese riesce a esprimere con gesto elegante un’ampia varietà di stati d’animo.

Fra i nomi che compaiono nei titoli si si possono riconoscere personaggi delle storia politica artistica e sociale dell’Inghilterra di allora. Degna di nota è la dedica al Re di Danimarca per il quale Dowland prestò servizio come liutista dal 1598 al 1606.

Dopo una marcia tradizionale irlandese dedicata al Brian Boru, Re dell’Isola all’inizio dell’anno 1000 con Celso Machado si cambia decisamente atmosfera. Rimane la Danza come filo conduttore ma ci si sposta nel presente e in Sudamerica. Chitarrista e percussionista brasiliano, Chelso Machado esprime tutta la vitalità musicale del suo paese non solo nelle sue trascinanti performance ma anche nelle sue composizioni. I sette brani proposti tratti dalla raccolta intitolata Danças Populares Brasileiras offrono all’ascoltatore un viaggio dai ritmi sensuali di Xote al frenetico Frevo, danza carnevalesca il cui nome deriva dal termine ferver che significa bollire, passando dalle lente movenze di Ciranda, danza di gruppo che si balla in formando un cerchio.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.