24 Maggio 2019 15:05

GUARDIA DI FINANZA

Sequestrato mezzo milione di euro di beni a un pluripregiudicato

Un 70enne avrebbe utilizzato per l’acquisto di tali immobili proventi frutto di attività delittuose


ROVIGO – E’ di circa mezzo milione di euro il valore dei 2 appartamenti con annessi garage sequestrati dalla Guardia di Finanza di Loreo in esecuzione di un decreto emesso dalla Sezione Distrettuale delle Misure di Prevenzione del Tribunale di Venezia, nei confronti di F.L. di anni 70, pluripregiudicato di origine campane ma da anni residente a Chioggia, reo di aver utilizzato per l’acquisto di tali immobili proventi frutto di attività delittuose.

Infatti l’indagato, attualmente in stato di detenzione domiciliare per bancarotta fraudolenta, ha sempre mantenuto una condotta di vita connotata dalla commissione di numerosi reati, quali truffa, bancarotta, associazione per delinquere e reati tributari, per i quali era stato sottoposto più volte a stati di detenzione, già a partire dai primi anni 90.

Tale provvedimento rappresenta l’epilogo di complesse indagini economico-patrimoniali attraverso le quali i militari hanno consentito all’ A.G. di stabilire come F.L. fosse stabilmente dedito alla commissione di reati contro il patrimonio in virtù dei quali ha illecitamente acquisito un patrimonio immobiliare tra l’altro fittiziamente intestato a propri familiari.

Gli accertamenti compiuti dai finanzieri hanno, quindi, consentito di riscontrare, oltre alla condotta criminale particolarmente intensa, anche un rapporto di sproporzione tra i modesti redditi dichiarati dall’interessato e del proprio nucleo familiare rispetto al patrimonio immobiliare a questi riconducibile.

I due immobili oggetto di sequestro e confisca – del valore di mercato di circa 500.000 euro – sono situati a Chioggia (VE). All’atto della esecuzione del provvedimento i beni sono stati affidati ad un amministratore giudiziario nominato dalla stessa A.G.

L’operazione di servizio – eseguita con il supporto dello SCICO (Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata della Guardia di Finanza) – si inquadra nell’ambito di una più ampia progettualità di servizio condotta dal Corpo e finalizzata ad aggredire, anche mediante le misure di prevenzione, i patrimoni illecitamente accumulati dalla cd. “criminalità da profitto”, ovvero da coloro i quali vivono di traffici delittuosi o traggono il proprio reddito dai proventi dell’attività criminale con la sistematica inosservanza delle norme, così distorcendo le regole di mercato e della leale concorrenza.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.