05 Maggio 2019 18:28

TOP 12 PLAY OFF

Petrarca – Rovigo: un pareggio amaro

La Rugby Rovigo chiude il primo match dei play off con il risultato di 10 a 10


PADOVA – La Semifinale di andata del Peroni TOP12 tra Argos Petrarca Rugby e FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta, 165° Derby d’Italia, finisce 10-10 al “Plebiscito”.

Sotto una pioggia torrenziale, calcio d’avvio dei rossoblù che subito hanno l’opportunità di mettere a segno i primi punti per un fallo in attacco dei padroni di casa ma dalla piazzola Mantelli non riesce a centrare i pali. I Bersaglieri però non demordono: al 4’ aprono il gioco dopo una rimessa laterale nei pressi dei 22 avversari e con una splendida azione vanno a schiacciare oltre la linea con Brugnara. Prima della trasformazione però l’arbitro si consulta con il TMO e annulla la meta precedentemente assegnata. Sullo 0-0 si riparte con mischia ad introduzione rossoblù sui 5 metri e dopo vari tentativi di incursione e un’altra mischia, i rodigini riesco a sfondare la difesa avversaria e ad andare in meta all’11’ con capitan Ferro. La trasformazione di Mantelli va a buon fine: 0-7. I padroni di casa riescono a spostare il gioco nella metà campo rossoblù facendosi pericolosi e ottenendo al 16’ un calcio a favore: il piazzato di Menniti-Ippolito va però ad infrangersi sul palo sinistro. Dopo una lotta serrata appena dentro la metà campo del Petrarca, i padroni di casa intorno al 34’ riescono a spostare il gioco all’interno dei 22 rossoblù dove un minuto dopo ottengono un calcio a favore: dalla piazzola Menniti-Ippolito manda l’ovale tra i pali per il 3-7.Il gioco torna nella metà campo dei padroni di casa dove Rovigo in attacco ottiene un calcio a favore proprio allo scadere del primo tempo: Mantelli da posizione centrale non fallisce e le squadre tornano agli spogliatoi sul 3-10.

La ripresa vede i rossoblù in attacco guadagnare subito un calcio a favore e riuscire così ad andare in rimessa laterale nella metà campo del Petrarca. Arrivati nei pressi dei 5 metri dei tuttineri, i Bersaglieri con una serie di pick and go cercano di avvicinarsi alla linea di meta: al 46’ ottengono un calcio a favore e chiamano in mischia. Grazie ad un ottimo avanzamento il pack ottiene un altro calcio a favore ma la seconda mischia è favorevole ai padroni di casa che allontanano così i pericoli dalla propria linea di meta. Nei minuti successivi il gioco stanzia appena dentro la metà campo del Petrarca fino al 60’ quando i padroni di casa riescono a superare la metà campo e ad avvicinarsi ai 22 rossoblù: qui è bravo Ragusi a trovare un buco nella difesa dei Bersaglieri e a volare in meta. L’arbitro richiede però il supporto del TMO e la marcatura non viene assegnata per in avanti. Il pack rossoblù si fa valere nei minuti successivi e il gioco torna nella metà campo dei padroni di casa, dove il ritmo è rallentato da numerose mischie. Al 74’ Mantelli dalla piazzola prova ad allungare ma il calcio, da lunga distanza, non raggiunge i pali. Al 75’ i padroni di casa si fanno pericolosi e attaccano con forza nei pressi dei 5 metri rossoblù: dopo una touche e una serie di pick and go, proprio negli istanti finali del match, Michieletto trova un varco e va a segnare sotto i pali. La trasformazione di Zini chiude il Derby in parità 10-10.

Alla fine della partita, questo il commento di coach Umberto Casellato: “Tecnicamente parlando è stata una partita surreale, d’altri tempi, con un campo al limite della praticabilità. Abbiamo lavorato un anno per essere al 110% con il nostro gioco, oggi ci siamo un po’ snaturati per via delle condizioni meteo e siamo stati anche bravi, forse avremmo meritato qualcosa in più. Il Petrarca ha difeso lo Scudetto che ha sul petto ma è stata nel complesso una partita equilibrata. Domenica prossima saremo tra le mura di casa, sarà una sfida secca e un’altra battaglia. Speriamo che il meteo sia più clemente”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.