10 Maggio 2019 12:45

ELEZIONI ROVIGO

“L’Iras deve tornare ad avere un ruolo centrale in città”

L'assessore alla sanità veneto, Manuela Lanzarin, ha incontrato la candidata sindaco Gambardella


ROVIGO – Riportare l’Iras al suo ruolo centrale per Rovigo. È stato uno dei temi trattati, ieri sera, alla Pescheria Nuova, dal candidato sindaco del centro destra Monica Gambardella insieme all’Assessore della Regione Veneto alla Sanità e Servizi Sociali, Manuela Lanzarin.

“È necessario superare le difficoltà attraversate da Iras negli ultimi anni con un coinvolgimento chiaro e concreto dei tre soggetti interessati: Comune, Ater, Regione. – ha detto l’Assessore Lanzarin – Abbiamo lavorato molto durante il commissariamento per trovare le soluzioni più idonee. L’auspicio è che con la prossima amministrazione si possa ridare il giusto ruolo a questo ente prestigioso”.

Sulla stessa linea, la candidata sindaco del centro destra Monica Gambardella:”L’Iras, i suoi ospiti, le famiglie devono avere al più presto una risposta sul futuro della struttura e dei servizi che eroga. Attenzione, inoltre, alla disabilità e al rapporto con interlocutori seri e affidabili tra associazioni e amministrazione locale. Per gli anziani, oltre alla costituzione della Consulta della terza età, pensiamo alla consegna a domicilio di pasti e medicine per chi è solo o ha difficoltà di muoversi. Essenziale la rete tra sindaci del territorio per affrontare le problematiche sociali e sanitarie in modo trasversale e coordinato”.

Questa sera, venerdì 10 maggio, alle ore 20.30, alla Gran Guardia, incontro con l’Assessore regionale allo sviluppo economico ed energia, Roberto Marcato.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.