22 Maggio 2019 13:05

SICUREZZA

In classe con marijuana, hashish e olio: denunciato un 14enne

Controlli nelle scuole polesane da parte dei carabinieri: segnalati amministrativamente altri 4 ragazzini


ROVIGO – I carabinieri hanno svolto nei giorni scorsi, soprattutto nella giornata di ieri 21 maggio, vari controlli antidroga all’interno degli istituti scolastici superiori polesani, per prevenire l’utilizzo di sostanze stupefacenti da parte dei giovani studenti. E purtroppo non sono mancati casi di rinvenimento di numerosi grammi di hashish, marijuana e olio di hashish tra i minorenni.

Il caso più eclatante si è consumato all’interno di una scuola superiore di Rovigo, grazie all’aiuto della squadra cinofila. Uno dei cani, infatti, ha puntato il giubbotto di un ragazzino di 14 anni, iniziando a ringhiare. A una successiva perquisizione, quindi, i militari hanno rinvenuto 12,2 grammi di hashish suddiviso in più pezzi, olio di haschish – più raro – per 1,7 grammi, e 1,2 grammi di marijuana di buona qualità. E’ evidente che l’uso di queste sostanze non era destinato al consumo personale. Il ragazzino è stato quindi portato in caserma dei carabinieri, dove sono stati chiamati i genitori che sono letteralmente caduti dalle nuvole. Non si tratta infatti di un giovane con particolari problemi, anzi il suo rendimento scolastico era buono e nulla faceva insospettire docenti e genitori. L’ipotesi più accreditata è che avesse voglia di trasgredire, guadagnandosi qualche extra economico. Il ragazzo, comunque, è stato denunciato al tribunale dei minori.

L’obiettivo dei carabinieri, infatti, è quello di mettere fine a un comportamento scorretto che potrebbe portare a danni ben più seri il ragazzino una volta cresciuto, ed è meglio intervenire per tempo. Purtroppo, però, a causa di questo episodio la sua vita rimarrà segnata, come quella dei suoi compagni di classe. Si ricorda che con una denuncia per possesso e spaccio di sostanze stupefacenti sono inibiti i concorsi pubblici.

Il secondo e il terzo episodio si sono svolti nel territorio di competenza della compagnia di Castelmassa, quindi negli istituti scolastici dell’Alto Polesine. In questo caso un minorenne di 17anni è stato trovato in possesso di 0,3 grammi di  hashish, mentre una ragazza di 18 anni di 0,5 grammi di hashis. Entrambi sono stati segnalati amministrativamente.

Infine, sempre il 21 maggio, alcuni controlli si sono svolti in un cortile di una scuola superiore di Adria senza l’ausilio di unità cinofila: alcuni militari infatti avevano avvistato due ragazzi che si stavano facendo una sigaretta “rollata” sospetta: sono stati sottoposti a un controllo ed è risultato che entrambi possedevano hashish in tasca: uno, di 17 anni, ne possedeva 0,6 grammi, l’altro, di 16 anni, un grammo. Anche in questo caso i minorenni sono stati segnalati ammistrativamente.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.