24 Maggio 2019 16:18

VADO SICURO

Il valore delle regole: le lezioni si trasformano in una festa per la sicurezza

Al centro commerciale La Fattoria oggi sono state premiate le scuole superiori


ROVIGO – Dopo la premiazione di ieri dedicata ai bambini delle Scuole dell’Infanzia e primarie, venerdì 24 maggio presso il centro Commerciale La Fattoria, i protagonisti sono stati i ragazzi delle scuole secondarie per Vado Sicuro.

Ad ogni edizione si ripete l’emozione e l’entusiasmo di una festa che ha lo scopo di premiare le scuole, ma anche e soprattutto di trasmettere a tutta la comunità il senso di questo percorso lungo ormai 16 anni: continuare a ribadire il valore delle regole, a educare alla sicurezza, senza mai stancarsi.

I ragazzi lo hanno fatto come ogni anno utilizzando gli strumenti a loro più familiari, a partire da quelli multimediali, producendo lavori sul concetto di sicurezza e di regola, cogliendo l’occasione di Vado Sicuro per lavorare insieme. Dice una studentessa della Scuola secondaria di primo grado Marino Marin di Adria: I lavori che abbiamo preparato per la partecipazione al concorso racchiudono tutto ciò che abbiamo appreso e che vorremmo trasmettere a tutti i nostri coetanei. Abbiamo lavorato con la prof.ssa di Tecnologia potendo apprendere non solo la parte teorica di educazione stradale e di prevenzione alla guida ma anche nuove tecnologie per poter montare gli elaborati”.

I ragazzi della Marino Marin partecipano al concorso con 3 video e un questionario on line per la sicurezza in bici.

Spiega Angelo Trombetta docente delle Scuola Secondaria di Primo Grado “A. Mario” di Lendinara: L’iniziativa ha quest’anno coinvolto circa ottanta allievi di quattro classi del plesso e ciascuno di essi – pur nell’entusiasmo che si accompagna all’età adolescenziale – ha saputo, con serietà e maturità, riflettere sul rispetto dovuto nei confronti della segnaletica stradale, sull’importanza dei messaggi veicolati dai segnali per regolare il traffico e per assicurare – in ultima analisi –  la sicurezza
personale e di ogni utente della strada: automobilista o scooterista, ciclista o pedone. Questa è una delle opportunità formative ed educative rilevanti che il Concorso Vado Sicuro annualmente offre ai nostri allievi.

Impossibile citarle tutte, ma colpisce l’impegno che gli insegnanti hanno messo come sempre nel progetto: è un segnale che Vado Sicuro viene apprezzato come valido strumento per fare educazione stradale e che l’educazione stradale viene considerata una “materia” fondamentale a scuola.

A fianco della Provincia di Rovigo c’è Adriatic LNG, società che da tempo contribuisce a valorizzare iniziative sportive, culturali ed educative in Polesine.

A sostenere Vado Sicuro e ad applaudire i ragazzi e gli insegnanti c’erano: Cristiano Corazzari, Assessore al territorio, cultura e sicurezza – Regione del Veneto, Cap. Francesco Rizzo Comandante Guardia di Finanza Compagnia di Rovigo, Lucio Giovanni Renesto e Paolo Battistini AIFVS – Associazione Familiari Vittime della Strada, Ispettore Fiorello Palestini Polizia Locale
Rovigo, Antonio Argenziano Direzione Generale Territoriale del Nord-Est, Ufficio Motorizzazione Civile di Verona, Sezione di Rovigo, Marco Cavallaro, Direttore del centro La Fattoria.

In rappresentanza del mondo dello sport:  Lorenzo Davì, Matteo Lucchin – Nuovo Basket Rovigo.

Cristiano Corazzari, Assessore al territorio, cultura e sicurezza – Regione del Veneto è arrivato per salutare i ragazzi e per fare loro i complimenti per l’impegno e il lavoro svolto. “La Regione Veneto sostiene con grande convinzione e impegno tutte le iniziative promosse sul territorio che hanno come obiettivo l’educazione alla sicurezza – dice l’Assessore – in linea con le indicazioni che ci
arrivano dall’Europa. Noi come Regione siamo infatti perfettamente concordi sul fatto che la società civile possa dare un contributo fondamentale all’educazione in tema di sicurezza stradale. E Vado Sicuro è proprio un esempio concreto di come un’intera comunità possa, mettendo insieme le forze, raggiungere obiettivi importanti sul fronte della responsabilità, della consapevolezza, della cultura della sicurezza”.

Difficile il compito di scegliere i lavori primi classificati: i ragazzi hanno infatti messo in moto tutta la loro creatività, realizzando lavori multimediali, opere grafiche, slogan, davvero belli, interessanti, profondi nel loro messaggio.

Ma soprattutto sono usciti in strada, hanno scattato foto, hanno costruito storie e immagini giocando con gli strumenti multimediali.

Ricordiamo che è allestita presso La Fattoria la mostra di parte dei lavori in concorso realizzati dalle scuole.

Spiega Stefano Rossi, docente che ha partecipato con i ragazzi delle Scuole Secondarie Primo Grado di Grignano Polesine e di San Pio X: “Vado sicuro è un concorso che “plasma” il senso civico degli alunni! Non vi è occasione migliore per formare ed educare correttamente e concretamente la coscienza di questi ragazzi tramite questo concorso che, mediante una variabilità di metodologie possono liberamente interpretare il tema proposto in base alle loro effettive capacità. Ovviamente, prima di redigere racconti, cartelloni, poesie, canzoni rap e video… devono essere particolarmente preparati sulla specifica tematica. Molto importante è senza
dubbio l’incontro con la Polizia di Stato nelle scuole. I preparatissimi tecnici delle forze dell’ordine da principio discutono con gli allievi e successivamente proiettano video “calibrando” opportunamente il contenuto e la visione di incidenti stradali. Inoltre, con l’insegnante, si approfondisce in classe la tematica proposta. Dopo un percorso conoscitivo di circa due mesi, si passa alla terza fase consistente nell’elaborazione finale del prodotto. Ogni singola opera deve trasmettere il raggiungimento della consapevolezza dell’obiettivo prefissato. I componenti che lo costituiscono parlano con le famiglie. Queste ultime partecipano attivamente
per la composizione dei video mettendo a disposizione i propri mezzi di trasporto ma, ancor più, la disponibilità del loro prezioso tempo. L’impegno e la dedizione che progressivamente si evolvono e si manifestano in loro diventa tale al punto che l’espletamento del prodotto finale manifesta tutta quella consapevolezza necessaria per consigliare una possibile soluzione al problema dell’errato uso del cellulare. Pertanto, il concorso di vado sicuro deve primeggiare per la sua costante attualità e per il senso civico che
riesce a comunicare tramite il rispetto delle regole.

Questa dichiarazione la dice lunga sul valore di Vado Sicuro: non solo un concorso, non solo una campagna sulla sicurezza, ma anche un percorso educativo e didattico messo a disposizione di tutte le scuole della nostra provincia, capace di coinvolgere anche le famiglie.

Proprio una studentessa della scuola secondaria di primo grado Riccoboni di Rovigo si è esibita interpretando una canzone dedicata ad una persona che ha perso la vita in un incidente stradale Un brano estremamente coinvolgente, che ha entusiasmato il pubblico presente, anche perché accompagnato da una esibizione di danza moderna e da un balletto su musica rap.

PREMIATI VADO SICURO 2019 | SCUOLE SECONDARIE I°

Menzione speciale per il lavoro realizzato
Buono acquisto di 125 euro

– Scuola secondaria 1° “Leonardo da Vinci” Papozze

– Scuola secondaria 1° Papa Giovanni Paolo II – Pontecchio Polesine

– Scuola secondaria 1° D. Alighieri di Occhiobello

– Scuola secondaria 1° Vittorino Carravieri – Crespino

 

3° premio

Buono acquisto di 150 euro

Scuola secondaria 1° “A. Mario” – Lendinara

 

3° premio

Buono acquisto di 150 euro

Scuola secondaria 1° Parenzo – Rovigo

 

2° Premio

Buono acquisto di 200 euro

Scuola secondaria 1° “A. Riccoboni” – Rovigo

 

2° Premio

Buono acquisto di 200 euro

Scuola secondaria 1° “Marino Marin” – Adria

 

1° premio

Buono acquisto di 250 euro

Scuola secondaria 1° “A. Palladio” Fratta Polesine

 

1° premio

Buono acquisto di 250 euro

Scuola secondaria 1° Grignano Polesine

 

 

 

PREMIATI VADO SICURO 2019 | SCUOLE SECONDARIE II°

 

3° premio

Buono acquisto di 150 euro

Scuola secondaria 2° I.P.S.A.A Bellini di Trecenta

 

2° premio

Buono acquisto di 200 euro

Scuola secondaria 2° Liceo Artistico Statale B. Munari di Castelmassa

 

1° Premio

Buono acquisto di 250 euro

Scuola secondaria 2° IPSIA Enzo Bari di Badia Polesine

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.