03 Maggio 2019 12:50

ELEZIONI ROVIGO

Il gruppo Bachelet: “Cosa si è fatto del progetto per il recupero dell’area dello scalo merci?”

"Molti dei responsabili di queste scelte o non scelte a seconda dei casi, sono ancora oggi candidati"


ROVIGO – Nella seduta del Consiglio Comunale del 18 maggio 2016 Andrea Borgato, presidente del Gruppo Bachelet e oggi candidato nella lista SiAmo Rovigo a sostegno di Silvia Menon sindaco, in una interrogazione alla Giunta Comunale faceva notare che da tempo esisteva un progetto per il recupero dell’area dello scalo merci, progetto già pronto e con tutti i crismi per essere rapidamente avviato anche per il finanziamento, chiedendone lo stato dell’arte.

“Risposte precise non ne arrivarono – spiega il gruppo Bachelet -, purtroppo anche se ora si torna a parlare di recupero dell’area e dello spostamento delle corriere dal piazzale Cervi, scoprendo (sic!) che sono stati lasciati scorrere quasi vent’anni da quando l’Amministrazione Comunale aveva già stipulato un accordo con le Ferrovie dello Stato, la Regione e l’Interporto per procedere all’opera che oggi grazie al Commissario prefettizio è stata riesumata. Questa è una delle tante situazioni di cattiva amministrazione o gestione approssimativa. Vogliamo ricordarne qualcun’altra? I lavori sul parco Maddalena fatti in parte su terreno di privati, così che l’area si presenta divisa da una rete arancione e i soldi spesi sono lì a ricordarci i gravi errori commessi e mai riconosciuti. Per non parlare del contratto “capestro” sul Polo Natatorio che ha bloccato il bilancio del Comune e ancora non è finita. Non solo, pensiamo alla notissima vicenda del cosiddetto Passante Nord di cui non si parla più, ma che è rimasta tuttora una grande opera incompiuta per scelte sbagliate di diverse amministrazioni comunali con il contributo di Veneto Strade S.p.A.. Infine, come non ricordare il Chiosco in piazza Merlin abbandonato senza soluzione e si potrebbe continuare”.

E continua: “C’è una morale in tutto questo che gli elettori dovrebbero tenere conto per le prossime elezioni amministrative, perché molti dei responsabili di queste scelte o non scelte a seconda dei casi, sono ancora oggi candidati chi a destra chi a sinistra, disponibili a rilanciarsi per la futura Amministrazione Comunale. Anche questa è una delle ragioni che ha spinto il Gruppo Bachelet a sostenere Silvia Menon, una candidatura che non ha alcuna responsabilità sugli errori del passato e che rappresenta l’unica vera alternativa e l’unico vero cambiamento”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.