30 Maggio 2019 09:00

RUGBY

Entra in campo il coach Alessandro Lodi

"Ringrazio la società per la fiducia, si prospetta una stagione ancora più stimolante e competitiva per giocatori e allenatori"


BADIA POLESINE – Come già annunciato dalla società nei giorni precedenti sarà nuovamente Alessandro Lodi il coach della Borsari Rugby Badia per la stagione 2019-2020, confermati insieme a lui anche l’allenatore della mischia Niccolò Badocchi e il preparatore atletico Athos Ferron.

Questa volta è proprio coach Lodi a fare un bilancio della stagione appena conclusa.

A stagione conclusa, tirando le somme, ti ritieni soddisfatto del percorso della squadra? Con una rosa più allargata e con qualche infortunio in meno avreste potuto agguantare qualche posizione in più in classifica?

‘’La stagione è stata sicuramente positiva, tutti i ragazzi hanno dato il loro massimo fino all’ultimo minuto dell’ultima partita, questo è senza dubbio l’aspetto più importante su cui abbiamo sempre cercato di lavorare. Ad un certo punto della stagione sicuramente gli infortuni ci hanno condizionato nel non poter allenarci come volevo per continuare a migliorarci ma allo stesso tempo più di qualcuno ha stretto i denti e ha voluto dare il suo contributo comunque alla squadra a testimonianza dell’ottimo spirito del gruppo. Tutti hanno dimostrato di essere davvero fondamentali compresi i ragazzi dell’Under 18 che hanno esordito quest’anno.’’

Oltre all’obiettivo della salvezza, raggiunto con ben tre settimane di anticipo, quali ritieni siano state le cose positive della stagione?

‘’Uno degli aspetti più positivi è stata la crescita e la maturazione del gruppo che ha visto i giocatori più “anziani” e quelli più giovani unirsi sempre di più, questo è un aspetto importante e per nulla scontato, per riuscire ad avere risultati e coesione significa che tutti hanno messo il loro meglio: giocatori, allenatori, accompagnatori e tutto lo staff che segue la squadra, quindi i complimenti vanno divisi davvero tra tutti.

Quale è stato il momento di maggiore difficoltà durante il campionato?

‘’Non direi più difficoltoso ma probabilmente un po’ più complicato da gestire sicuramente tra febbraio e marzo dopo la vittoria in casa con Vicenza, penso che i ragazzi avessero ormai chiaro di aver centrato l’obbiettivo e nel contempo eravamo anche con diversi infortunati; questo ci ha tolto un po’ di “fame” in alcune partite che non abbiamo affrontato come potevamo, ma fa parte del gioco, non era facile spingere al massimo sempre e può essere un elemento su cui lavorare per il futuro.’’

Visti i risultati e gli obiettivi raggiunti è evidente l’ottima collaborazione con il resto dello staff tecnico, chi vuoi ringraziare?

‘’Sono stato davvero felice di aver condiviso la stagione con Nicolò Badocchi, Athos Ferron e Luca Bonini, credo ci sia stato davvero un ottimo feeling tra di noi e tutti hanno svolto un grande lavoro per i ragazzi. Poi un ringraziamento va fatto anche ad Umberto e alla Rugby Rovigo per la collaborazione intrapresa durante la stagione con gli allenamenti congiunti e con lo scambio di alcuni giocatori, senza dubbio è stato tutto davvero positivo.’’

Si può dire che il primo tassello per la prossima stagione è stato inserito proprio con la tua conferma da allenatore? Come vedi il futuro per la prossima stagione? Con la retrocessione di Valsugana e Verona il girone potrebbe farsi ancora più competitivo, cosa ti aspetti?

‘’Personalmente ringrazio la società per avermi rinnovato la fiducia, perché la prossima stagione sarà la quarta insieme, ci tengo a precisare che tutto lo staff è importante, abbiamo l’obiettivo di continuare il lavoro svolto quest’anno, siamo consapevoli sarà una stagione molto interessante perché con Verona e Valsugana che sono retrocesse dal Top12 e Casale promosso dalla serie B con una stagione di solo vittorie il campionato penso possa essere ancor più stimolante e competitivo sia per noi allenatori che per i giocatori.’’

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.