11 Maggio 2019 10:46

ELEZIONI ROVIGO

Cinque stelle: “Non nascondiamoci dietro al trasferimento del tribunale: il centro storico va valorizzato a prescindere”

Il Movimento accetta la scelta del Cen.Ser: "Non ci sono alternative al momento, ma siamo contrari al carcere minorile"


ROVIGO – “A nulla serve conoscere e valutare oggi le scelte, o le non scelte, fatte dalle precedenti amministrazioni (che oggi si ripresentano alla guida della città). Visto che il Prefetto, il Censer e la Fondazione Cariparo, con le opportune valutazioni, hanno ipotizzato il trasferimento del Tribunale al Censer e ritenendo che i rappresentanti di questi organi istituzionali sono persone di riconosciute capacità professionali, politiche ed imprenditoriali, probabilmente è al momento la scelta piu’ adatta”. Il Movimento 5 stelle si discosta dalle tante prese di posizione dei candidati sindaco di questi giorni, contro la decisione di spostare il tribunale al Cen.Ser, e afferma la propria visione della questione: quali sono realmente le alternative?

“Per il Movimento 5 Stelle è di fondamentale importanza tutelare gli interessi della città tutta. In questo caso specifico della parte del centro storico che, a causa di questo trasferimento, ne risentirebbe maggiormente – spiega il Movimento in un comunicato -. Chiediamo pertanto, che tutte le parti interessate collaborino con la futura amministrazione per rilanciare il Centro Storico. Un’idea percorribile è sicuramente l’insediamento di nuove facoltà universitarie nel centro città e far si che l’indotto economico risulti uguale, se non maggiore, all’attuale. Anche Padova si trova con il tribunale in zona Fiera e proprio a Padova hanno sviluppato maggiormente, come è noto, l’Università e l’intero indotto economico. Unico nostro veto, non portare il carcere minorile che sarebbe alquanto inopportuno e penalizzante per i detenuti minori, data la mancanza di spazi esterni adeguati, verde e di strutture sociali del territorio a sostegno degli stessi”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.