04 Maggio 2019 11:12

ROVIGORACCONTA

Carofiglio incanta piazza Vittorio Emanuele: “Sono sempre stato uno scrittore con una parentesi da magistrato”

Ha presentato il suo ultimo libro "La versione di Fenoglio"


ROVIGO – Da magistrato a scrittore. O meglio, come lui stesso spiega, “uno scrittore bambino che ha deciso di prendersi una parentesi da magistrato per poi tornare a scrivere”. Gianrico Carofiglio ieri sera ha incantato il pubblico di piazza Vittorio Emanuele II, presentando il suo ultimo libro “La Versione di Fenoglio” (Einaudi) a Rovigoracconta 2019.

Pietro Fenoglio, un vecchio carabiniere che ha visto di tutto, e Giulio, un ventenne intelligentissimo, sensibile, disorientato, diventano amici nella più inattesa delle situazioni. I loro incontri si dipanano fra confidenze personali e il racconto di una formidabile esperienza investigativa, che a poco a poco si trasforma in riflessione sul metodo della conoscenza, sui concetti sfuggenti di verità e menzogna, sull’idea stessa del potere. “La versione di Fenoglio” è un manuale sull’arte dell’indagine nascosto in un romanzo avvincente, popolato da personaggi di straordinaria autenticità: voci da una penombra in cui si mescolano buoni e cattivi, miserabili e giusti.

“Si parla di bene e male, perché nella realtà questo contorno non è mai così definito – spiega Carofiglio -. E’ un romanzo di crescita e riflessione. Si parla di indagini, di osservazione, di ricostruzione. Il mondo della magistratura e della scrittura ovviamente si intersecano perché ovviamente fanno parte della mia vita. Ma si parla anche di essere umani e umanità, perché alla fine grazie a queste riflessioni e alla parola conosciamo meglio noi stessi”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.