10 Aprile 2019 07:00

ECONOMIA

Zona economica speciale: oltre 20 milioni di opportunità per 16 comuni

Se ne parla a Polesella: ospiti il presidente di Confindustria Venezia-Rovigo, Vincenzo Marinese, il vicepresidente Gianmichele Gambato


POLESELLA – La Zona Economica Speciale potrebbe essere l’opportunità capace di portare in Polesine, per i prossimi anni, investimenti, occupazione e rilancio. Un’opportunità che coinvolgerà direttamente sedici comuni della Provincia ma che avrà ripercussioni importanti in tutto il territorio polesano. Per discutere e confrontarsi sull’istituzione della Zes amministratori locali, mondo dell’imprenditoria e sindacato si sono dati appuntamento a Polesella, lunedì sera 15 aprile alle ore 21.00 in Sala Agostiniani, per un incontro di approfondimento intitolato “Zes. Le zone economiche speciali come opportunità per il territorio” che vedrà partecipi, al tavolo dei relatori, il presidente di Confindustria Venezia-Rovigo, Vincenzo Marinese, il vicepresidente Gianmichele Gambato, il segretario provinciale della Cgil Pieralberto Colombo, il presidente della Provincia Ivan Dall’Ara, e i sindaci di Occhiobello Daniele Chiarioni, di Canaro Nicola Garbellini e di Polesella Leonardo Raito.

Si tratterà di un significativo incontro, moderato dalla giornalista di RovigoINdiretta Caterina Zanirato, per verificare prospettive in ambito imprenditoriale e occupazionale, verificando nel contempo il ruolo determinante degli enti locali nel governo del territorio e delle opportunità connesse all’iniziativa. Il sindaco di Polesella Leonardo Raito ringrazia per la disponibilità Confindustria e i relatori, rappresentativi di diverse sensibilità, nella piena consapevolezza che questa grande occasione va colta in una logica di sistema e senza condizionamenti o preconcetti ideologici.

Tra i fautori dell’iniziativa anche il segretario provinciale del Pd Giuseppe Traniello Gradassi: “abbiamo chiesto agli amministratori locali di attivarsi per organizzare un’occasione di approfondimento che sarà importante anche per le sinergie che si creeranno tra enti locali nella gestione dei servizi connessi a questa opportunità. Come partito siamo dell’avviso di cogliere l’importanza dell’istituzione della Zes per creare uno sviluppo di qualità e delle prospettive occupazionali che potrebbero essere di grande utilità per una provincia che è interessata da tempo da fenomeni come calo demografico e invecchiamento della popolazione”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.