06 Aprile 2019 13:05

TEATRO

Tre giorni di “Metamorfosi”: un viaggio sensoriale tra l’onirico e l’inconscio

Il Lemming presenta la sua nuova produzione ispirata a Ovidio, in scena fino a domenica


ROVIGO – Impossibile raccontare a parole cos’è “Le metamorfosi di Ovidio“, nuova produzione del Teatro del Lemming, il cui terzo studio sta andando in scena proprio in questi giorni, fino al 7 aprile, al Teatro Studio di via Oroboni a Rovigo. Perché il Teatro del Lemming è un teatro da vivere, non basato sulla razionalità e sulla spiegazione logica, ma sull’emotività e sulle sensazioni. Che ognuno vive in modo personale e intimo, portando sulla scena il proprio inconscio e la propria sensibilità. Un concetto valido per qualsiasi spettacolo prodotto dal Lemming, ma tanto più per le “Metamorfosi”, che rappresenta un vero e proprio viaggio nel mondo dell’onirico, dell’inconscio, della morte e quindi del proprio modo di concepire la vita.

Si sono aperte ieri sera le giornate di presentazione del lavoro di ricerca che dura da due anni, con cinque repliche che si susseguono nell’arco della giornata. Lo spettacolo prevede l’ingresso di soli sette spettatori per volta, che vengono letteralmente catapultati nell’azione scenica, coinvolti dai bravissimi Fiorella Tommasini, Alessio Papa, Diana Ferrantini, Marina Carluccio, Katia Raguso, Elena Fioretti, Silvia Massicci, con la drammaturgia, la musica e la regia di Massimo Munaro.

Una volta entrati a teatro, accolti dal “traghettatore” Massimo Munaro, non bisogna far altro che lasciarsi trasportare nel viaggio, non da semplici spettatori, ma da protagonisti. Si parte dal Chaos primordiale, per passare poi ai vari miti ricostruiti da Ovidio, alla cui opera lo spettacolo si ispira liberamente, in uno spazio scenico che trasforma il Teatro Studio in un labirinto di situazioni, “che è quello della propria mente e della propria memoria” racconta Munaro. Gli spazi e le emozioni a loro collegati si vivono dunque sulla propria pelle, in prima persona, attraverso parole, musica, sensazioni che coinvolgono tutti e cinque i sensi, che spesso nella vita di tutti i giorni rimangono assopiti. In una girandola di metamorfosi che partendo da Ovidio rispecchiano quelle attraversate da ciascuna persona nell’arco della propria vita.

“Metamorfosi vuole configurarsi come un viaggio nella memoria archetipica collettiva ed insieme individuale di ciascuno spettatore partecipante” prosegue Munaro. Ed è vero: ogni persona vive lo spettacolo attraverso il suo modo di concepire la vita, se stesso e il mondo, che continua a mutare in un ciclo infinito di morte e rinascita. A conclusione dello spettacolo, poi, una lettera consegnata dallo stesso Munaro a ogni partecipante, per spiegare il senso profondo dell’opera: “In un’epoca di frenetico/bulimico consumo di immagini standardizzate e di spettacoli di massa, il teatro può costituirsi come spazio rituale e misterico – scrive Munaro -, nel quale opporre al fragore pubblicitario il silenzio di un incontro, all’indifferenza banale dei media il fuoco di un’esperienza condivisa. Un incontro tra umani”.

Un’esperienza da provare, su prenotazione, chiamando lo 0425 070643. Ci sono cinque repliche al giorno fino a domani, domenica 7 aprile.

Il Teatro del Lemming si fonda a Rovigo nel 1987, da allora persegue con rigore, originalità e coerenza l’idea e la pratica di un teatro in grado di coinvolgere lo spettatore all’interno dell’evento scenico.

Caterina Zanirato

 

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.