05 Aprile 2019 12:49

LA CERIMONIA

Sei nuovi magistrati prestano giuramento

Tre giudici e tre sostituti procuratori per dare una boccata d'ossigeno al Tribunale di Rovigo


ROVIGO – Hanno prestato giuramento questa mattina in Tribunale a Rovigo i nuovi giudici e i nuovi procuratori che hanno preso servizio già da stamane dopo la cerimonia con il presidente del Tribunale Angelo Risi.

Ecco i loro nomi: Sara Zen, Nicola Dalvecchio ed Elisa Romagnoli i giudici;  Ermindo Mammucci; Andrea Bigiarini; Francesco D’Ambrosca i sostituti procuratori. Tutti giovanissimi, emozionati e entusiasti di entrare a far parte del mondo della giustizia italiana, “Un lavoro che vi farà compagnia per tutta la vita” come ha affermato il presidente Risi. “Siate degni di questo onore e di questa professione, che vi accompagnerà per tutta la vita – spiega -. Ricordatevi di non guardare in faccia nessuno durante l’esercizio della vostra professione, rispettando la legge, che è garanzia per tutti”.

Si è congratulato con le nuove leve rodigine anche il procuratore capo Carmelo Ruperto: “Quello che avete raggiunto non è un punto di arrivo, ma un punto di partenza. Sono lieto che finalmente la Procura di Rovigo possa rialzarsi in piedi, dopo questi anni in cui è stata annichilita dalla mancanza di magistrati. Un grazie speciale anche alla dottoressa Randolo, che in questi mesi ha prestato servizio come sostituto procuratore e che ora tornerà a Padova. Avete un compito di grande responsabilità, da esercitare con orgoglio e la fierezza di appartenere a un presidio di democrazia che ha saputo mantenere la barra dritta in tanti anni”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.