29 Aprile 2019 12:06

ELEZIONI ROVIGO

“Priorità manutenzione marciapiedi: una scelta di civiltà

L'appello di Silvia Menon per migliorare concretamente la vita dei cittadini: "Da quattro anni chiediamo di sistemare le strade"


ROVIGO – I marciapiedi lisci, senza buche, sono un segno di civiltà. Dislivelli e crepe sono invece barriere architettoniche per gli anziani e per i disabili. “Quattro anni fa in campagna elettorale abbiamo segnalato la situazione disastrosa che si presenta fuori da due supermercati del centro, entrambi su Corso del Popolo, l’Orva nella zona sud e i Fratelli Fanchin (ex Zeggio) nella parte verso la stazione” esordisce la candidata sindaco Silvia Menon, per le liste Lista civica Silvia Menon sindaco, SiAmo Rovigo e Rovigo più. 

“Perché avevamo scelto i supermercati del Corso? – prosegue – Perché sono la meta quotidiana dei tanti anziani che vivono in centro, che escono spesso, quasi ogni giorno, a comperare quello che serve per non
dover trasportare buste troppo pesanti. Hanno un valore simbolico. Gli anziani si spostano a piedi e alcuni avanzano con passo incerto. C’è chi esce comunque e affronta la strada rischiando di cadere. Chi è  fortunato e non cade, chi invece inciampa e magari finisce in ortopedia. Chi invece, purtroppo, nei marciapiedi dissestati vede un motivo in più per rimanere in casa e non rischiare guai andando a fare la spesa. Non è una cosa da poco, vuol dire parenti che fanno la spesa per loro o addirittura aiutanti esterni alla famiglia”.

Le buche, per la Menon, non sono sciocchezze, sono modifiche significative della vita di tutti i giorni. Questo vale per gli anziani ma anche per i disabili. “Sono passati quattro anni e nonostante le nostre segnalazioni i marciapiedi fuori dai supermercati del centro sono ancora disastrosi. Così come sono da sistemare tanti altri marciapiedi nei quartieri residenziali della città e nelle frazioni, fuori dalle scuole e dalle chiese. Uno degli interventi che metteremmo in agenda subito, se avremo l’opportunità di amministrare, sarà il rifacimento dei tratti di marciapiedi più delicati. Una città che non vuole far scappare i propri abitanti cura questi aspetti che non sono dettagli insignificanti. Per non parlare delle numerose richieste di risarcimento danni arrivate in Comune, di persone che sono cadute a causa dei marciapiedi dissestati. Non sistemarli, oltre ad essere ingiusto, alla lunga diventa anti economico”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.