24 Aprile 2019 08:00

VENEZIA

L’Uomo Vitruviano non si tocca: rimmarrà a Venezia

L'assessore Corazzari dice no alla Francia che chiede in prestito l'opera del grande Da Vinci


VENETO – Probabilmente qualcuno di voi si sarà chiesto perchè il dipinto de “La Gioconda” sia al Louvre, o perchè parte del Partenone greco sia collocato al British Museum, o ancora meglio perchè non torni in patria la splendida scultura di “Amore e Psiche” del Canova. Noi italiani, popolo di grandi artisti, abbiamo visto disseminare il nostro patrimonio culturale per il mondo. Ed oggi i francesi, con contenti di avere nel loro famosissimo museo opere italianissime, hanno chiesto in prestito alle Gallerie dell’Accademia di Venezia “L’Uomo Vitruviano”, il capolavoro di Leonardo da Vinci.

“Ritengo che il Sottosegretario ai Beni culturali faccia bene a dire no al prestito di un’opera d’arte se questo significa impedirne per lungo periodo l’esposizione nella sede in cui è custodita”. L’assessore alla cultura della Regione del Veneto, Cristiano Corazzari, si schiera con la rappresentante del Governo che nelle settimane scorse si è detta contraria al prestito.

“È giusto favorire gli scambi di opere tra le grandi istituzioni culturali internazionali – conclude l’assessore –, purché sia assolutamente salvaguardata l’incolumità dei capolavori che vengono concessi e che tale concessione non causi un danno a chi li detiene stabilmente. Questo, purtroppo, si verificherebbe se l’Uomo Vitruviano venisse prestato al museo francese: il fragilissimo disegno, infatti, dopo essere stato esposto per tre mesi a Parigi necessiterebbe, secondo una valutazione degli esperti, di un ‘riposo’ di almeno dieci anni. Una condizione inaccettabile e troppo penalizzante per Venezia, per le Gallerie dell’Accademia e per il pubblico italiano a cui l’opera verrebbe di fatto sottratta per un decennio”.

Insomma, se proprio non ci vogliono restituire la Gioconda,  che almeno non ci neghino la gioia di continuare ad ammirare una delle più belle e ricercate opere del grande Maestro.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.