05 Aprile 2019 16:35

L'INIZIATIVA

La Draxton apre le porte ai medici per condividere la salute dei lavoratori

La grande fonderia, già conosciuta come Infun For, ha organizzato una visita guidata


ROVIGO – Porte aperte ai medici curanti dei lavoratori, allo stabilimento Draxton di Rovigo. La grande fonderia, già conosciuta come Infun For, è fra le poche ancora attive nel Nord-Est d’Italia e dà lavoro a più di 170 dipendenti. Alla visita guidata, svoltasi nel primo pomeriggio di oggi, hanno partecipato i medici di base. Un’occasione preziosa per conoscere da vicino l’impresa e per condividere il documento di valutazione dei rischi e il conseguente protocollo sanitario di prevenzione.

L’iniziativa nasce dalla convinzione che una proficua collaborazione tra medici competenti e curanti possa non soltanto tutelare ma anche favorire la salute dei lavoratori. A promuovere l’Open Day, gli specialisti di medicina del lavoro dello Studio Lonardi in accordo con la proprietà, rappresentata da Nicola Rebustini, nuovo Direttore, e il Servizio di Prevenzione Protezione(SPP) Paolo Pizzardo.

La visita è iniziata con la presentazione di Draxton, divisione Autoparts del gruppo GIS, ed è proseguita con un tour della fabbrica, che ha permesso ai partecipanti di conoscere dal vivo l’intero ciclo produttivo. In seguito, è stato presentato il Documento di Valutazione dei Rischi per la salute e la sicurezza, il Codice Etico e la policy aziendale. In tale contesto, è stata evidenziata la sensibile riduzione del tasso di infortuni registrata dallo stabilimento negli ultimi anni. Risultato accompagnato da una forte attenzione alla formazione dei lavoratori, anche attraverso l’attuazione di programmi Ergo-Postural, per la prevenzione all’insorgenza di dolori muscolo-scheletrici, e di percorsi Training on the job.

“L’azienda va intesa come luogo di vita per il lavoratore e di esposizione a fattori di rischio professionali – ha dichiarato il Dottor Lonardi –. Di questo aspetto si occupa la figura del medico competente. Il medico di famiglia, invece, è investito di una responsabilità complessiva verso il paziente. Attraverso l’Open Day di oggi, intendiamo favorire una proficua collaborazione fra queste due figure. Inoltre, puntiamo a far conoscere un ciclo produttivo fra i più antichi e sostenibili. La fonderia rappresenta un importante modello di economia circolare , che, si è evoluta nel tempo ed è diventata un luogo sicuro, che apre, senza timori, le proprie porte ai visitatori, incluse le scolaresche”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.