13 Aprile 2019 10:10

LENDINARA

Iniziativa Civica dei Moderati: “Bene l’accordo con il centrodestra, il Pd ha rifiutato ogni incontro”

Gli incarichi saranno assegnati in base al risultato elettorale e all’opportunità della rappresentanza politica


LENDINARA – Claudio Ghirardello, nominato coordinatore di Iniziativa Civica dei Moderati a Lendinara, esprime con il direttivo soddisfazione per l’accordo raggiunto con i partiti del centro-destra. “È frutto di un percorso lungo che non nasce in questi giorni, ma da un dialogo coi partiti nato tempo fa, che ha portato ICM a indirizzarsi verso il centrodestra per un’affinità nell’identità politica di valori, principi e modi, riscontrati nei gruppi di maggioranza ma anche nei partiti di opposizione. L’accordo firmato chiude la coalizione intorno al candidato sindaco Viaro, in un dialogo coi partiti che guarda alla collaborazione di area vasta. L’accordo non garantisce nulla a nessuno, ma gli incarichi saranno assegnati in base al risultato elettorale e all’opportunità della rappresentanza politica”.

Ghirardello commenta anche la vicenda di incomprensione col Pd: “Non entro nel merito degli accordi dichiarati, perché non ero presente. Il rispetto va garantito a tutti i gruppi e partiti, anche importanti come il Pd, ma crediamo come forza civica di non aver ricevuto rispetto. Due volte abbiamo chiesto un incontro con il Pd, rifiutato entrambe le volte perché non sarebbe stato presente il sindaco, mentre noi volevamo un confronto come gruppo politico. Anche il sindaco aveva ringraziato per l’appoggio del Pd, rimandandolo però alle civiche per capire se ci poteva essere un’alleanza programmatica per amministrare. Non capiamo perché il Pd si sia fermato ai comunicati stampa e alle incomprensioni che potevano essere nate, senza cercare il confronto. Crediamo però che se l’amministrazione non avesse ottenuto buoni risultati in questi cinque anni nessuno ci avrebbe cercato”.

Anche l’uscita improvvisa di Urbanitas lascia perplessa ICM: “La civica è nata nel 2014 e Urbanitas si è aggregata e dopo cinque anni di amministrazione crediamo che le difficoltà e le incomprensioni potessero essere superate col confronto. Non abbiamo mai chiuso la porta a Urbanitas e non lo facciamo, in virtù anche della maturazione fatta come gruppo, quando siamo passati a Federazione con un unico coordinatore e direttivo. Non critichiamo la scelta di uscire, che va rispettata in quanto tale, ma lascia perplessi il modo in cui è stata fatta, visto che non c’è stato spazio per il dialogo ma è stata presentata come una decisione già presa. A tal proposito stupisce molto visto che, in un paese piccolo come il nostro, le voci corrono e siamo venuti a conoscenza di incontri tra esponenti di rilievo di Urbanitas, come l’ex coordinatore Da Corte, l’ex sindaco Ferlin e il Pd. L’assessore Ferrari, di Urbanitas, ci tiene invece a precisare che non approva il mancato dialogo del gruppo e condivide invece il percorso fatto con ICM nel lavoro di squadra di questi cinque anni”.

E conclude: “Da civici operiamo nel territorio da anni, e negli ultimi cinque crediamo di aver fatto molto per una Lendinara positiva. Chiediamo ora con umiltà fiducia per continuare il percorso iniziato con un gioco di squadra che comprende anche ma non solo il sindaco. Il rispetto rimarrà la parola chiave anche in campagna elettorale. Il confronto è salutare e la sintesi serve a far crescere la città. È ora di pensare ai programmi che devono partire da quanto di buono è stato fatto in questi anni, programmi che vogliamo condividere coi cittadini nella nostra sede in via G.B. Conti, all’angolo di Piazza Risorgimento. In quest’ottica sottolineiamo anche l’importanza del ricambio generazionale, non solo con in gruppo di giovani impegnato per la città e che adesso si è formalizzato, ma anche nell’ottica di persone che vogliano mettersi in gioco affiancate da chi ha alle spalle un’esperienza maturata”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.