29 Aprile 2019 08:00

CASTELMASSA

Inizia la sfida tra Petrella e Calesella

Due liste corrono per le prossime amministrative: Boschini farà il capogruppo


CASTELMASSA – Formalizzate a fine aprile le due liste che si sfideranno per il nuovo comune 2019-2024 il prossimo 26 maggio. Doppia scheda, considerando le elezioni europee che si svolgeranno il medesimo giorno.

Maggioranza uscente: Castelmassa Nuova (centro-destra). Candidato sindaco Luigi Petrella. Aspiranti consiglieri: Roberta Azzolini (assessore uscente), Eugenio Boschini (sindaco uscente 2009-20019), Elisabetta Giatti, Paolo Gilioli (consigliere delegato uscente), Ettore Guccione, Michela Provasi, Paolo Marangoni, Francesco Ragazzi (assessore esterno uscente), Maria Elena Vitiello, Alice Trombella, Massimiliano Lavezzo, Federico Ragazzi.

Castelmassa Solidale per il lavoro (centro-sinistra). Candidato sindaco Natale Calesella. Aspiranti consiglieri: Matteo Pinotti, Franca Bernini, Alberto Boschini, Dalila Antonioli, Fabio Mantovani, Claudia Castellani, Sandro Caramori, Melissa Zanquoghi, Michele Cirella (consigliere di minoranza uscente), Vittoria Berveglieri, Andrea Boschini.

Eugenio Boschini (“farò il capogruppo se saremo confermati”) nel 2009 strappò per il centro-destra il Comune alla sinistra, al potere dal 1945, sconfiggendo con il 62% la sindaca uscente, la compianta Mara Savioli. Si confermò nel 2014 con il 64% dei suffragi mandando ko Giuliana Gulmanelli (prima cittadina nel 1995-2004). Non potendosi ricandidare per il vincolo dei 2 mandati consecutivi per i Comuni oltre le 3.000 anime, ha lanciato nell’agòne massese Luigi Petrella, classe 1973, funzionario Aipo, suo assessore ai lavori pubblici dal 2009 ad oggi. La maggioranza Castelmassa Nuova ha ufficializzato la candidatura Petrella sin dallo scorso febbraio e il candidato sindaco già allora dichiarò che “non sarebbe stato facile sostituire Eugenio Boschini, ma accetto la sfida, certo avvincente e responsabilizzante. Sono convinto che molto sia stato fatto in questi anni per migliorare il nostro paese,ritenendo che, lavorando con umiltà e spirito di sacrificio, ci siano le possibilità di crescere ulteriormente”.

Il centro-sinistra ha presentato la candidatura Calesella in extremis, una rinuncia sarebbe stata storica.

Natale Calesella, classe 1946, originario di Calto, architetto, ha insegnato un quindicennio materie artistiche all’istituto statale d’arte (l’odierno liceo artistico Bruno Munari), facendo poi il libero professionista sino alla pensione. E’ stato assessore ai lavori pubblici dal 1975 al 1985 con la sindaca Ivana Bernini prima e con Camillo Greghi poi, consigliere di minoranza a Calto per il decennio successivo, primo cittadino Giorgio Fioravanti, democristiano. Da pensionato si è dedicato con notevole successo alla scultura, sua vera vocazione. “Ho accettato la candidatura per spirito di servizio – la sua prima dichiarazione – in quanto la sinistra è parte essenziale di Castelmassa da sempre! Abbiamo messo in primis nel nostro programma il lavoro, principio costituzionale, messo fortemente in dubbio più che mai oggi, qui e dappertutto”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.