25 Aprile 2019 17:01

LENDINARA

Grande successo per la riapertura dell’ex pescheria

Veronica Rodella (flauto) e Luca Tavian (pianoforte) hanno allietato i numerosi ospiti con un'elegante serata di musica classica


LENDINARA – Mercoledì 24 aprile è stata riaperta l’ex pescheria di Lendinara, storico edificio rinnovato totalmente dall’amministrazione comunale, con una serata di musica classica in grande stile.

Ospiti speciali Veronica Rodella (flauto) e Luca Tavian (pianoforte) che hanno allietato i numerosi ospiti con musiche di Mozart, Gaubert, Tchaikovsky, Borne, Chopin, Schumann, Beethoven, Bach, Debussy, Marcello. Hanno suonato anche Benedetta Baron (flauto), Desy Rossetto (pianoforte) e Simone Mazzali (trombone).

Baron e Tavian hanno suonato, dalla sonata X “Allegro, Minuetto” di Benedetto Marcello e “Mélodie di Beethoven” di Philippe Gaubert. Sempre Baron, ma accompagnata al pianoforte da Rossetto, ha suonato “Notturno” di Fryderyk Chopin e “Là ci darem la mano” di Wolfgang Amadeus Mozart. Il pubblico ha apprezzato molto la coppia Rodella-Tavian che si è cimentata in ben cinque brani: “En Bateau” di Debussy, “Rondò in Re Maggiore K 184” di Mozart, “Romanza op. 94 n. 2” di Schumann, “Parafrasi sull’Aria di Lensky” di Pahud e “Fantasia Brillante su Carmen” di Borne. Il primo e il secondo flauto, il trombone e il pianoforte hanno eseguito insieme “Minuetto in sol maggiore” di Bach e “Capriccio Italiano” di Tchaikovsky.

Serata da tutto esaurito con esibizioni stupende apprezzate con applausi calorosi e richiesta di bis. Presenti parecchi giovani, è un buon segno che l’ex pescheria li porti ad avvicinarsi a queste serate ricche di cultura e musica di qualità.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.