19 Aprile 2019 07:23

ELEZIONI ROVIGO

Giovani & Politica: alla scoperta di tre attivisti democratici

Prosegue il "tour" tra gli under 20 con Caterina Nale, Marco Ferrari e Riccardo Bertacin


ROVIGO – Prosegue il tour di Rovigo In Diretta per comprendere e approfondire il rapporto fra i giovani e la politica nel capoluogo polesano. Abbiamo iniziato con le considerazioni di ragazze e ragazzi impegnati nella politica “in senso lato” (LEGGI ARTICOLO)  (rappresentanza studentesca, associazioni) per poi proseguire con tre aspiranti consiglieri under 20 (LEGGI ARTICOLO) e infine abbiamo ascoltato i punti di vista di due giovani attivisti culturali (LEGGI ARTICOLO) in lista con la Lega. Ora desideriamo proporre ai lettori la scoperta di tre giovani, nati nel biennio 1998-1999, candidati nelle fila del Partito Democratico, si tratta di: Caterina Nale, Marco Ferrari e Riccardo Bertacin.

“Noi – esordisce Caterina Nale, attiva in città nella Società Dante Alighieri – guardiamo verso il futuro, per dare un nuovo indirizzo alla città con progetti a lunga durata, non solo in vista delle elezioni ma che possano avere una continuità qualora vengano apprezzati dalla comunità. Ognuno di noi condivide tematiche che negli ultimi anni sono state dimenticate, oppure promesse non realizzate“.

“Una prima idea – prosegue Marco Ferrari, membro dell’assemblea nazionale del partito dal 2017 – è affrontare una causa che affligge tutta la comunità, infatti condividiamo la preoccupazione per il tema ambientale che i ragazzi del ‘Fridays For Future’ hanno evidenziato: la nostra idea è quella di incentivare l’utilizzo di trasporti sostenibili e aggiungere aree verdi alla nostra città. Un altro argomento collegato alla sostenibilità e allo spostamento di individui è l’aumento e potenziamento di piste ciclabili che colleghino le frazioni alla città, questo per offrire un metodo di trasporto ecologico, per permettere ai cittadini di potersi muovere senza essere vincolati agli orari dei trasporti, ma anche per promuovere il turismo verso la città e le realtà culturali delle frazioni”.

“Infine – conclude Riccardo Bertacin, studente di economia all’università di Padova -, a proposito di cultura riteniamo che Rovigo debba ampliare e evidenziare il proprio potenziale culturale non solo attraverso eventi ma anche attirando maggiori studenti verso il centro, specialmente gli universitari del Cur in modo da rendere vivo il centro storico, garantire sicurezza e produttività per le realtà commerciali”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.