19 Aprile 2019 09:29

VIABILITA'

“Educhiamo i cittadini sul codice della strada”

Diego Passarotto e un nutrito numero di pensionati del centro città


Il Sindaco di Bologna ha di recente promosso una campagna denominata ” campagna del risveglio civico” mirata a contrastare comportamenti illeciti ed irrispettosi del decoro della città nonchè pericolosi per gli altri cittadini. A tale scopo sono stati attivati alcuni agenti della Polizia Municipale per il controllo di due comportamenti: l’uso non corretto dei telefoni cellulari alla guida, la sosta selvaggia e comportamenti non rispettosi del Codice della Strada da parte di ciclisti. Il contrasto a questi comportamenti ha come obiettivo di risvegliare il senso civico e invitare tutti i cittadini al rispetto delle regole. Nella nostra città di Rovigo emerge da tempo una generale mancanza di educazione stradale dei ciclisti (e non solo dei ciclisti, ovviamente).

Molti utilizzatori delle due ruote spesso dimenticano che le biciclette, secondo la definizione del Codice della Strada, sono a tutti gli effetti “veicoli”. Quindi come tali non possono, per esempio, transitare sui marciapiedi, sotto i portici, sui passaggi pedonali. Sono comportamenti che mettono a rischio l’incolumità dei pedoni. Un altro tema in termini di sicurezza, mai affrontato è l’utilizzo da parte dei pedoni delle piste ciclabili. Non è raro il fenomeno di vedere proprietari di cani passeggiare con il cane a guinzaglio lungo, determinando situazioni di pericolo per i ciclisti ed il cane stesso.

Tornando alla sosta selvaggia in centro, capisco le esigenze dei negozianti di vendere; la soluzione non è sicuramente la sosta selvaggia effettuata contemporaneamente contromano sopra un passaggio pedonale, in corrispondenza di un incrocio con il motore acceso e le luci di emergenza accese ( come dire un attimo che fretta! vado via subito). Non è raro vedere automobilisti in pieno centro impegnati in manovre eseguite con una sola mano perché l’altra è ancorata al cellulare. Quello che sorprende è che tutto ciò accade in totale assenza di agenti( vederne uno è una rarità) della polizia locale. Rivolgo un appello al commissario, nell’immediato ed invito i candidati a sindaco affinchè prendano atto di queste criticità per mettere come obbiettivo primario nei loro programmi un risveglio civico.

Un’ultima riflessione: per rifare strade e marciapiedi servono i soldi, per educare i cittadini non bastano, ci vuole molto di più.

Diego Passarotto ed un nutrito numero di pensionati del centro città.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.