16 Aprile 2019 09:43

ELEZIONI ROVIGO

Due giovani attivisti culturali al servizio della comunità rodigina

Leonardo Bologna e Alberto Gennaro scendono in campo per tutelare e promuovere il patrimonio letterario e musicale


ROVIGO – Due giovani impegnati nella cultura scendono in campo per le elezioni amministrative del 26 maggio: si tratta di Leonardo Bologna e Alberto Gennaro, entrambi nella lista della Lega per sostenere la candidatura a sindaco di Monica Gambardella. I due attivisti, oltre alla passione per la cultura (il primo in ambito letterario, in secondo in quello musicale), condividono l’esperienza del Forum dei Giovani del Comune di Rovigo e quella della Società Dante Alighieri (di cui Leonardo Bologna è stato in città vicepresidente della sezione giovani).

“Come esponente politico – esordisce Alberto Gennaro – mi candido non perché me l’hanno chiesto bensì poiché sono io a voler dare la mia disponibilità per fornire alla città il mio tempo, le mie energie e le mie risorse con sincera umiltà e onesta. Come attivisti proponiamo un investimento nella letteratura, nella musica e in tutte le altre manifestazioni della cultura. Vogliamo rendere possibile una cultura a misura di giovane, sia in termini di formazione scolastica/accademica sia per quanto concerne il mondo professionale”.

“Siamo persone ‘caste’ – continua Leonardo Bologna – siamo lungi da essere coinvolti negli accordi per le poltrone. Siamo persone che agiscono. Auspichiamo un dialogo più autentico fra le forze politiche e i cittadini. Vediamo ‘i politici’ come esecutori della volontà dei cittadini per il bene comune della città. In caso di elezione saremo lontani da certe sterili critiche che in passato hanno interessato il consiglio comunale, noi cercheremo di essere il più oggettivi possibili per mettere in pratica una politica alla portata di tutti: giovani, adulti e anziani”.

“Secondo noi sarebbe opportuno – prosegue Alberto Gennaro – investire ulteriormente, umanamente e materialmente, nel Conservatorio ‘F. Venezze’ di Rovigo, vero e proprio fiore all’occhiello della nostra città. Crediamo in una politica culturale concreta, pragmatica, che faccia veramente ciò che promette senza illudere i cittadini con idee non realizzabili. Vogliamo credere e impegnarci per una Rovigo punto di riferimento culturale non solo per il Polesine ma anche a livello regionale“.

“Auguriamo buona fortuna a tutti gli aspiranti consiglieri comunali – conclude Leonardo Bologna – citando Max Weber, padre della sociologia moderna: ‘Si può dire che tre qualità sono soprattutto decisive per l’uomo politico: passione, senso di responsabilità, lungimiranza‘”.

 

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.