05 Aprile 2019 13:09

ELEZIONI ROVIGO

Claudio e Luca Paron in lista con Forza Italia?

Dopo la rottura con Paolo Avezzù padre e figlio potrebbero correre con il partito di Berlusconi


ROVIGO – Data ormai per certa la corsa di Forza Italia senza la Lega, potrebbero arrivare due nomi di peso per portare voti alla lista del partito: l’ex coordinatore di Obiettivo Rovigo Claudio Paron e suo figlio Luca ex consigliere comunale. I Paron, dopo aver divorziato dall’ex presidente del consiglio comunale Paolo Avezzù (a cui sembra stare parecchio a cuore l’Anci che gli avrebbe promesso l’assessore regionale Cristiano Corazzari in cambio del sostegno a Monica Gambardella) reo di aver sostenuto fino alla fine l’ormai ex sindaco Massimo Bergamin, potrebbero portare un contributo significativo ad Andrea Bimbatti, soprattutto per quanto riguarda gli equilibri interni al centrodestra.

Giorno dopo giorno si profila un centrodestra sempre più quadri (o addirittura penta) partito. Conchi, Saccardin, Bellotti (quest’ultimo potrebbe non ottenere il sostegno sperato nonostante un incontro a porte chiuse con il vicepremier Matteo Salvini) parrebbero effettivamente correre da soli nella speranza poi di salire sul carro di chi passerà al ballottaggio (bisognerà vedere quanto gioverà in termini di voti l’effetto europee). Si aprirebbe quindi il gioco degli apparentamenti, ma non è detto che il centrodestra così frammentato possa arrivarci al ballottaggio.

La campagna elettorale di quest’anno segna la discesa in campo di molti big ed esponenti politici di lungo corso. Le sezioni locali dei partiti politici sembrano in affanno, con una considerevole proliferazine di liste civiche che potrebbero addirittura superare quota 30.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.