06 Aprile 2019 15:26

AMBIENTE

CanalBianco, un fiume di plastica

Greenpeace Italia ha diffuso le fotografie della situazione in cui versa il corso d'acqua che fa parte del bacino del Po


ROVIGO – Rifiuti abbandonati, plastica che giace sul letto del canale da anni, giochi inutilizzati. Greenpeace Italia ha diffuso le fotografie della situazione in cui versa il Canal Bianco, canale che passa anche per il Polesine, in località Torrette (Legnago), facente parte del bacino del Po.

“La scarsità idrica che sta caratterizzando da diverse settimane i corsi d’acqua del nord Italia ha fatto infatti emergere, in tutta la sua gravità, il problema dell’inquinamento da plastica, mostrando come i corsi d’acqua siano ormai invasi da contenitori e imballaggi usa e getta – spiega Greenpeace -. Ogni minuto, ventiquattro ore al giorno, l’equivalente di un camion pieno di plastica finisce nei mari del Pianeta e, secondo studi recenti, l’80 per cento ha origine in ambienti terrestri. Di tutta la plastica prodotta ogni anno, il 40 per cento viene impiegato per la produzione di contenitori e imballaggi monouso, di difficile recupero e riciclo a fine vita”.

L’associazione quindi chiede misure drastiche contro l’inquinamento: “Per questo chiediamo misure urgenti alla radice del problema che riducano la produzione di plastica monouso, contrariamente a quanto previsto dalla legge SalvaMare, approvata ieri in Consiglio dei ministri, che interviene solo sulla plastica già presente in mare. In un contesto globale in cui gli effetti dei cambiamenti climatici sono sotto gli occhi di tutti è inoltre vitale gestire in modo corretto le risorse idriche, proteggendole adeguatamente dall’inquinamento pervasivo da plastica”.

Il video del servizio lo potete visionare A QUESTO LINK.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.