15 Aprile 2019 16:45

SAN BELLINO

B-Factory, la fabbrica dei cantautori: la generosità di Fàedèsfa tra parole e musica

Il ricavato della serata sarà donato per scopi benefici in aiuto dei bambini


SAN BELLINO – Una grande serata di musica e solidarietà quella organizzata presso il Fàedèsfa Onlus LAB di San Bellino. Lo scorso sabato sera si sono esibiti gli otto migliori cantautori ed interpreti del territorio per l’evento “B Factory – La fabbrica dei cantautori”. A condurre la serata si sono prodigate le giovanissime Martina e Federica, che hanno accompagnato gli ascoltatori in un viaggio per conoscere da vicino tutti coloro che sul palco si sono esibiti.

“Siamo un cuore e un’unica grande famiglia” è la frase più significativa, servita da preludio all’evento, organizzato dal team di Fàedèsfa in collaborazione con Alessandro Bergo, esperto del settore musicale. Il primo a salire sul palco è stato Andrea Curti, cantautore ed interprete ironico, che ha saputo fare del jazz la propria modalità di espressione. L’inizio di un grande sogno, che si concretizzerà in un progetto con una band.

Il canto è poi passato tra le note delicate di Alis, nome d’arte di Alice Roccato, che con la sua caparbietà ha raggiunto già grandi traguardi. La dolcezza che la contraddistingue e la passione per la musica traspaiono in ogni canzone da lei scritta. E ancora Skin Shiver, che con la chitarra in mano e i suoi testi, parla in maniera introspettiva. Dopo anni passati con la band Leonora Elko, questo è il suo salto di qualità.

Francesco Gallo, accompagnato da un virtuoso della chitarra, ha raccontato molto di sé e dei temi sociali che più lo hanno colpito e in molte occasioni le sue parole hanno toccato le corde del cuore. Un’altra giovanissima cantautrice è in seguito salita sul palco. Lei è Benoite, nome d’arte di Benedetta Munari, che ha già molte esperienze alle spalle e da poco ha fatto uscire su tutte le piattaforme digitali, il suo EP di inediti. Un’aria di freschezza e buon umore è arrivata con Goji, nome d’arte per Francesco Brunelli, grande orgoglio del territorio già arrivato ad Area Sanremo. Il suo brano “Come va? (Adesso bene)” ha entusiasmato il pubblico.

La serata è continuata con le toccanti parole scritte da Giovi, un adolescente che ha già ottenuto risultati eccellenti. La sua bravura sta nel dire la verità, seppur a volte anche triste, attraverso la semplicità e la particolarità del suo timbro vocale. L’ultimo ad esibirsi è stato Andrea Tramacere, accompagnato dall’amico e chitarrista Giacomo Paparella. Insieme, tra emozioni e divertimento, hanno catturato il pubblico grazie alla potenza di una voce unica e le note di un musicista di qualità.

Andrea Pezzuolo, presidente di Fàedèsfa Onlus, ha espresso tutto il suo entusiasmo per l’evento: “Questa serata è importante perché abbiamo potuto ascoltare le voci di cantautori del nostro territorio eccellenti che hanno portato non solo la propria passione sul palco, ma anche qualcosa in più. In tutti vi è una sensibilità unica, difficile da trovare altrove. Per questo motivo devo ringraziare Alessandro Bergo, mente di tutto l’evento, che è riuscito in un’impresa non semplice e che per noi è anche un gesto d’amore”.

Tutti i partecipanti hanno ricevuto l’esclusiva t-shirt di B-Factory – La fabbrica dei cantautori e anche una targa che è un’opera d’arte. Completamente fatta a mano e progettata dai migliori artigiani del settore della moda, il prodotto è stato sviluppato tramite tecnologia 3D e ha in sé non solo un valore artistico, ma anche emotivo. Quello che rimane è l’entusiasmo di chi ci ha messo il cuore. Fàedèsfa onlus donerà il ricavato della serata per scopi benefici in aiuto dei bambini. Tanti ancora gli eventi in programma per la onlus polesana e le idee sono in fermento per crescere sempre più per la vita degli altri.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.