06 Aprile 2019 15:38

ELEZIONI ROVIGO

Andrea Borgato farà parte della lista “SiAmo Rovigo” per la Menon

Il Gruppo Bachelet spiega perché è sceso in campo con la civica


ROVIGO – Il Gruppo Bachelet ha deciso di sostenere la candidatura di Silvia Menon alle prossime elezioni comunali di Rovigo e vedrà Andrea Borgato presente nella lista SiAmo Rovigo.

“Il Gruppo è partito dalla presa d’atto che l’unità di tutte le opposizioni vere alla giunta Bergamin era nei fatti impraticabile – spiega il gruppo Bachelet -. Per cui, la scelta è caduta verso la candidatura di Silvia Menon e la sua proposta, perché possiede caratteristiche di innovazione e di rottura con il passato. Caratteristiche che meglio corrispondono, a parere del Bachelet, all’obiettivo di offrire agli elettori una alternativa radicalmente tale, con nuove persone, programmi adeguati ed uno spirito che può rappresentare davvero una prospettiva di cambiamento reale che superi trasversalismi, personalismi e modelli di governo che hanno dimostrato nei fatti tutta la loro inadeguatezza”.

“Due sindaci di centrodestra caduti prima del tempo con amministrazioni che hanno governato malissimo e prima ancora un sindaco di centrosinistra messo ripetutamente in discussione dalla sua stessa articolatissima maggioranza ed in primis da esponenti del suo stesso partito, ci dicono che se si vuole cambiare davvero, la strada è un’altra, quella di parlare direttamente ai cittadini con una proposta organica ed un gruppo omogeneo, per affidare la responsabilità agli elettori di dimostrare nei fatti di voler dare una svolta profonda e completa alla politica e all’amministrazione della città”.

Il gruppo quindi vuole rompere con il passato: “E’ evidente, infatti, che in tutte le liste ed i raggruppamenti che si stanno manifestando sono presenti ampi esempi di quei difetti che sono all’origine dei guai del capoluogo, in particolare attraverso l’attaccamento personale o di gruppo al potere, tale da perpetuare rapporti opachi fra maggioranza ed opposizione, assieme ad atteggiamenti politicamente opportunistici, scarsamente interessati al “bene comune”, molto invece al “posizionamento individuale e di traino verso i propri sostenitori”.

E ripercorre le origini di centrosinistra di Menon: “Va sottolineato, inoltre, che la candidata Silvia Menon è stata alleata del PD nel 2011 nella lista RovigoSiAma, per poi presentarsi in opposizione al centrodestra nel 2014, seppur autonomamente. Rappresenta, dunque, una scelta di opposizione rispetto alle ultime due amministrazioni  a trazione Lega, FI, con l’aggiunta dei soliti noti che da oltre vent’anni si presentano su posizioni centriste, ma comunque alla fine risultano sempre alleati con la destra. Per il Bachelet, quindi, si tratta di una scelta lucida fra le diverse proposte di alternativa a quanto accaduto fino a ieri, non certo di uno spostamento di area o di una giravolta opportunistica. Il Gruppo ed il suo candidato vanno incontro all’incognita sul risultato come tutti, convinti però di avere scelto in linea con quanto abbiamo fatto in questi anni e sostenuto ripetutamente, il tutto rappresentato nei documenti approvati dal Gruppo ed ampiamente diffusi”.

Infine, la critica al Pd: “Ribadiamo, avremmo voluto che ci fosse stata maggiore unità fra opposizioni vere alla precedente amministrazione, ma anche un cambio di passo nel PD comunale che non si è visto e nemmeno crediamo sarà possibile nel breve. Come, peraltro, mai vi è stata una seria analisi dei motivi della sconfitta del 2015 e nemmeno autocritica per alcune scelte fatte accordandosi con il sindaco leghista, scelte mai condivise con il Gruppo Consigliare ed approvate a ratifica solo dagli organismi comunali, quando le questioni del comune capoluogo hanno una chiara valenza provinciale. Dunque, solo ad una valutazione superficiale la nostra scelta può apparire sorprendente. Essa è, invece, realisticamente coerente con ciò che come Gruppo abbiamo sostenuto a più riprese. In altre parole, il “mai più con chi ha fatto opposizione per finta e con chi ha sostenuto Bergamin” non erano parole al vento”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.